Giovani attenti al colesterolo: col cibo spazzatura rischia il cuore

04 giugno 2015, Marta Moriconi
Giovani attenti al colesterolo: col cibo spazzatura rischia il cuore
Ragazzi occhio al colesterolo, non è roba da anziani. 

Anzi, cari genitori, pensate anche all'educazione alimentare dei vostri bambini e adolescenti che a forza di snack e merendine -secondo un recente studio condotto dal Duke Clinical Research- soffrono di colesterolo alto troppo presto. 

I ricercatori americani lanciano l'allarme sulla rivista di settore Circulation, sottolineando come i cibi grassi durante l'infanzia non solo ingrassino visibilmente i giovani che ne fanno uso, ma li conducono al rischio di attacco cardiaco. E sono le percentuali a dover terrorizzare: a parità di grassi ingeriti i ragazzi hanno più probabilità degli anziani di sviluppare un problema al cuore. 

E l'età è stata ricondotta ad una soglia tra i 30-35 anni: da lì in poi il pericolo malattie cardiovascolari aumenta del 40% negli anni.  

La colpa è del colesterolo LDL nel sangue, che è di tipo “accumulativo”, quindi di difficile espulsione una volta cresciuto dentro corpi giovani sì, ma che attraverso il consumo di cibi troppo grassi o spazzatura come le patatine e i burger sviluppano la probabilità di avere un attacco di cuore più alto rispetto a chi mangerà pure male, ma ha iniziato a farlo sopra la soglia dei 30 anni.

Insomma, attenzione ai vostri adolescenti, i danni della cattiva alimentazione si sommano e difficilmente si sottraggono. Se i fast food fanno gola, non fanno un cuore sano: un ragazzo educato alla salute è un uomo in forma anche perché informato presto.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]