Movida e traffico sfrattano i torinesi: maledetto stress da rumore

04 giugno 2015, Luca Lippi

Quando si dice “ambiente invivibile”! Il caso si monta sulla rilevazione di ARPA Piemonte che si è occupata di

Movida e traffico sfrattano i torinesi: maledetto stress da rumore
sviluppare una ricerca a Torino e Milano riguardo all’inquinamento acustico.

Tutto nasce dal fenomeno verificatosi a Torino dove i residenti del quadrante “Piazza Vittorio, San Salvario, quadrilatero” causa la movida e i suoi rumori alimentano la disperazione dei residenti.

Il 72% dei soggetti, che hanno risposto al questionario distribuito a campione da ARPA Piemonte, ha considerato la possibilità di vendere il proprio alloggio, mentre il 35% si è rivolto direttamente a un operatore immobiliare.

La criticità rilevata è una questione che interessa non soltanto Torino o Milano, ma tutti i maggiori capoluoghi di provincia sul territorio. Gli effetti indotti sulla qualità della vita e sulla salute delle persone esposte a inquinamento acustico sono legati alla riduzione della qualità del sonno, alla difficoltà di concentrazione, all’aumento della pressione arteriosa. Il traffico stradale costituisce la causa più diffusa d’inquinamento acustico, a Torino come negli altri capoluoghi di provincia interessati dal fenomeno.

I costi per i cittadini e le amministrazioni, conseguentemente, aumentano sia per fare fronte strutturalmente al problema, sia per intervenire individualmente sulla cura dei disturbi del sonno e le diverse conseguenze che ne derivano. 

Non ultime sono le spese sostenute dalle famiglie interessate dal fenomeno che sono costrette a sostenere spese per trascorrere fine settimana alla ricerca spasmodica di tranquillità.

autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]