11 milioni di "Parmacotto" sequestrati: una truffa inguaia l'azienda

04 luglio 2016 ore 13:26, Americo Mascarucci
La Guardia di Finanza di Parma ha eseguito un provvedimento di sequestro patrimoniale per un equivalente di circa 11 milioni di euro nei confronti della Parmacotto.
Il provvedimento è stato emesso in via d’urgenza in seguito a una complessa indagine economico-finanziaria coordinata dalla Procura di Parma. 
Al centro dell'indagine, che ipotizza la truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche, ci sarebbero i finanziamenti ottenuti dall'azienda nel settembre 2011, secondo gli inquirenti attraverso "artifici contabili, false attestazioni e falsi nel bilancio di esercizio".  
Finanziamenti ottenuti sotto elargizione di denaro pubblico grazie a un bilancio che, secondo la Guardia di Finanza, non sarebbe stato rispondente alla reale situazione economica e finanziaria dell’azienda.
Nel 2011 gli amministratori avrebbero rinviato agli esercizi futuri costi di gestione già certi, evitando così di evidenziare una consistente perdita d'esercizio.

11 milioni di 'Parmacotto' sequestrati: una truffa inguaia l'azienda
Le Fiamme Gialle hanno effettuato indagini e verifiche sui bilanci aziendali, sulla contabilità fiscale e sulla voluminosa documentazione degli atti di gestione.
Due gli indagati. La situazione critica latente è esplosa nel 2014, quando la società si è vista costretta a ricorrere alla procedura, prevista dalla legge fallimentare, del concordato preventivo in continuità. 
Il sequestro non inciderà sul funzionamento dell'Azienda che continuerà a portare avanti la propria attività lavorativa. E' stato in tal senso nominato un amministratore giudiziario per la gestione dell'azienda che porterà avanti l'attività della Parmacotto in collaborazione con la Procura.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]