66 anni dalla strage di Superga, il ricordo del Grande Toro nei Tweet

04 maggio 2015, Micaela Del Monte
66 anni dalla strage di Superga, il ricordo del Grande Toro nei Tweet
Era il 4 maggio del 1949 quando l'aereo che trasportava il Grande Torino, di ritorno da una trasferta a Lisbona, si schiantò contro quella maledetta collina di Superga.

Quel giorno morirono 31 persone tra giocatori, dirigenti, staff tecnico, giornalisti ed equipaggio. Tra loro, ovviamente, anche Egri Erbstein. L’allenatore ungherese-ebreo del Grande Torino che scampò all’Olocausto, ma morì a Superga con i suoi ragazzi. L'allenatore che con le sue idee rese il Torino la squadra di "invincibili" che vinse 5 scudetti consecutivi a cavallo della Seconda Guerra Mondiale.

Oggi la tragedia di Superga compie 66 anni e per onorare i grandi che hanno perso la vita in quell'incidente 
nel pomeriggio gli uomini di Giampiero Ventura saliranno al colle di Superga per rendere omaggio al Grande Torino. Le celebrazioni della tragedia di Superga inizieranno nel primo pomeriggio e vivranno del momento più emozionante con la messa officiata alle 17 dal cappellano granata don Aldo Rabino e poi con il ricordo dei caduti con tutti i nomi degli "invincibili" scanditi da capitan Glik.

Ma ecco come l'Italia ricorda quella squadra leggendaria:
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]