Italicum, Puppato (Pd): “Improponibile il confronto con il Porcellum. Ora vediamo cosa succederà sul Senato”

04 maggio 2015, Andrea Barcariol
La senatrice del Pd Laura Puppato, intervistata da IntelligoNews, a poche ore dal voto finale sull’Italicum,
Italicum, Puppato (Pd): “Improponibile il confronto con il Porcellum. Ora vediamo cosa succederà sul Senato”
boccia l’atteggiamento delle opposizioni e sottolinea il risultato “portato a casa dal governo Renzi”.

Si va verso l’approvazione dell’Italicum. Che segnale è per il Paese?


«Un atto doveroso per il Paese, ci sono state fin troppe polemiche, anche nelle ultime dichiarazioni che vogliono individuare una forzatura nell’atteggiamento di Renzi, così come accaduto con Berlusconi con il Porcellum, dimenticando un aspetto fondamentale, sul quale lo stesso Mattarella rifletterà molto, anche dal punto di vista morale. Non si possono fare confronti con la legge del 2006, questa è stata approvata con una maggioranza larghissima e aveva recepito la richiesta del M5S di adottare il meccanismo del premio alla lista e non alla coalizione. L’Italicum ha avuto più mani, un ruolo importante dell’opposizione, mesi di dibattito e un primo voto condiviso, solo in un secondo momento per debolezze interne e strumentalizzazioni politiche siamo stati lasciati soli».

Che atteggiamento si aspetta questa sera dalle opposizioni?

«Ciascuno sta valutando cosa fare, ma al di là delle dichiarazioni e degli insulti, che lasciano il tempo che trovano, quello che vale è essere riusciti a portare a casa un primo importante risultato. Adesso chiediamoci cosa avverrà sulla riforma del Senato, in che termini e se verrà modificata dopo essere stata lungamente dibattuta».


Quindi teme ripercussioni per la riforma del Senato?


«Mi pareva di aver colto una sorta di apertura, adesso vediamo esattamente cosa avverrà e quali saranno le posizioni in campo».


In nottata arriverà l’immancabile tweet di Renzi post approvazione dell’Italicum. Su quali parole punterà?

«Sarà coerente con le dichiarazioni precedenti, dirà che è un altro tassello in un difficile percorso che, al di là di tutto, stiamo cercando di fare per liberare l'Italia da troppo conservatorismo. Vorrà mettere un ulteriore anello a questa lunga catena che alla fine dovrebbe regalarci un Paese diverso».

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]