I Fratelli d'Italia si aggrappano a Bertinotti

04 marzo 2013 ore 15:54, Francesca Siciliano
I Fratelli d'Italia si aggrappano a Bertinotti
Per non morire nel mare magno del gruppo Pdl, i Fratelli d'Italia, stanno cercando un cavillo, una deroga, una leggina fatta apposta per loro. Al fine di avere una propria visibilità alla Camera, per poter costituire un proprio gruppo. L'obiettivo elettorale è stato centrato e il neonato partito di Meloni-Crosetto, al quale in un secondo momento si è aggiunto La Russa, col suo 1,9% è stato "ripesacato" come prima lista sotto il 2% all'interno della coalizione guidata da Pdl e Lega. La sfida era con i "cugini" de La Destra di Storace e con Grande Sud, finiti lontanissimi e quindi rimasti fuori, almeno a questo giro, da entrambi i rami del Parlamento. E loro l'hanno vinta. Gli eletti nelle fila di Fratelli d'Italia, però, tra i ripescaggi last minute e i voti validamente espressi, sono solo nove. E la possibilità di formare un gruppo parlamentare sono remote. Ma mai dire mai. Nonostante i regolamenti Parlamentari prevedono per la costituzione di un gruppo un minimo di 20 deputati alla Camera e 10 a Palazzo Madama, i Fratelli potrebbero esaudire i loro desideri proprio grazie alle deroghe parlamentari che Bertinotti fece approvare nel 2006, quando era Presidente della Camera. Anche perché l'idea di costituire un sotto-gruppo nel Misto (dove sarebbero sufficienti solo quattro membri) ha poco charme, poco appeal. Stanno tentando il tutto per tutto nel tentativo di  aggirare la botola della forca (il Pdl) mantenendo il distacco che hanno ricercato fin dall'inizio. Ma i peones sono sempre più pressanti, cercano di far convogliare i Fratelli d'Italia nel loro schieramento. Di entrare a far parte, ancora una volta, del Pdl proprio non se ne parla. La Russa cerca di smarcarsi. La piccola Giorgia ha creato tutto questo movimento per allontanarsi da Berlusconi. Ce l'ha fatta, ha ottenuto un (seppur minimo) consenso personale. Sarebbe uno smacco, proprio adesso, rientrare “a casa” di Papi.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]