Juventus, testa al Bayern ma c'è l'Atalanta e Allegri avverte: "Mai più come con l'Inter"

04 marzo 2016 ore 10:47, Andrea De Angelis
Superata in modo tutt'altro che degno di nota la semifinale di ritorno di Coppa Italia (la Juventus, lo ricordiamo, dopo il 3-0 dell'andata è riuscita a perdere con lo stesso risultato a Milano e solo grazie ai rigori ha eliminato l'Inter), la squadra di Allegri inizia a pensare al Bayern Monaco che affronterà in Germania, dopo il 2-2 dell'andata, mercoledì 16 marzo. Mancano dunque più di dieci giorni alla sfida e il calendario presenta ai campioni d'Italia due impegni delicati come Atalanta (a Bergamo) e Sassuolo (la migliore dopo le sei grandi che, salvo sorprese, andranno in Europa). 

Insomma, c'è poco da distrarsi. Anche perché il Napoli è a soli tre punti e Roma e Fiorentina, il cui distacco non è più a due cifre, inseguono e sognano. Un passo falso potrebbe porre fine al duello che va avanti da mesi, questo ormai è chiaro. 
A Torino, però, si parla soprattutto di Bayern soprattutto dopo che i tedeschi hanno perso clamorosamente in casa contro il Mainz. Nella 24ª giornata della Bundesliga il Bayern Monaco è infatti caduto con i gol di Samperio e Cordoba intervallati dal pareggio di Robben. Sono i primi punti persi all’Allianz Arena dai bavaresi in questa stagione, che si ritrovano improvvisamente con soli 5 punti di vantaggio sul Dortmund proprio alla vigilia dello scontro diretto. Insomma, se la Juventus ha tre punti di vantaggio sulla seconda gli uomini di Guardiola ne hanno soli due di più. 
Juventus, testa al Bayern ma c'è l'Atalanta e Allegri avverte: 'Mai più come con l'Inter'
Venendo alla Serie A domenica i bianconeri andranno a far visita ad un'Atalanta in piena zona retrocessione. Il vantaggio degli uomini di Reja è ancora buono dalla terz'ultima, ma il crollo registrato nel 2016 dalla compagine bergamasca (specie dopo la partenza di Moralez) impone ai padroni di casa di non lasciare più punti, specie tra le mura amiche. 
Per questo Allegri, che già aveva detto di non fidarsi dell'Inter prima del 3-0 di due giorni fa (e qualcuno lo aveva preso per pazzo), vuole che l'attenzione sia massima in vista del prossimo impegno di campionato. Quasi certo, dunque, che tornino dal primo minuto giocatori come Dybala e Pogba oltre ovviamente al capitano tra i pali. 

Questa dovrebbe essere la formazione ed appare solo uno il ballottaggio, tra l'altro già vistosi durante l'anno. Buffon in porta, difesa a tre con Barzagli, Bonucci e Rugani (chiamato a sostituire l'infortunato Chiellini che dovrebbe rientrare proprio per la gara di Champions), a centrocampo da destra a sinistra Lichsteiner, Marchisio, Khedira, Pogba e uno tra Evra ed Alex Sandro, davanti la coppia formata da Dybala e Mandzukic, ormai pienamente recuperato dall'infortunio. Scalpitano in panchina Cuadrado e Zaza che potrebbero entrare nella ripresa magari proprio al posto dei due davanti. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]