Per Cristoforetti Marte è il futuro e sta a un passo da noi: ma avanti i robot!

04 marzo 2016 ore 14:20, Americo Mascarucci
"Il futuro spaziale passa per Marte, frontiera degli ultimi studi nei grandi centri ricerche, come questi a Torino di Altec e Thales Alenia Space Italia". Così l'astronauta italiana Samantha Cristoforetti che oggi a Torino ha incontrato i tecnici delle due società che hanno seguito la sua missione, Futura. "Mi emoziona - ha sottolineato - vedere in carne e ossa i tecnici e gli ingegneri con i quali ho parlato via satellite nei miei sei mesi in orbita".
Accompagnata dal sindaco di Torino, Piero Fassino, dal presidente e ad di Altec, Fabio Grimaldi e Vincenzo Giorgio, dall'ad di Thales Alenia Space, Donato Amoroso, dal presidente dell'Agenzia Spaziale Italiana, Roberto Battiston, e dall'assessore regionale alle Attività produttive, Giuseppina De Santis. l'astronauta italiana che detiene il record di permanenza nello spazio per una donna, ha visitato il padiglione dedicato alla simulazione del terreno di Marte e la sala di controllo della missione ExoMars, dove c'è la strumentazione Avionic Test Bench che verrà usata nella missione sul pianeta rosso. 
La prima fase della missione parte il 14 marzo, la seconda è invece prevista
 nel 2018. 
"Per ora - ha commentato Cristoforetti - mandiamo avanti i robot ma l'obiettivo di questo secolo resta arrivare su Marte e speriamo sia possibile farlo nella prima metà del secolo". Questa sera al Sermig l'astronauta incontrerà i cittadini  e farà parte della giuria che selezionerà le opere d'arte digitale del prossimo Share Festival.

Per Cristoforetti Marte è il futuro e sta a un passo da noi: ma avanti i robot!
Oltre un miliardo e 200 milioni di euro il costo complessivo. L'industria aerospaziale italiana ha realizzato il 50% del volume abitabile della stazione spaziale internazionale, dove Samantha ha vissuto per 200 giorni. Fabio Massimo Grimaldi è presidente di Altec, società partecipata da Thales Alenia Space Italia e Agenzia spaziale italiana (Asi) che si occupa della fornitura di servizi ingegneristici e logistici per la Iss: "Quando Samantha è stata su - spiega - è stata in casa costruita qua a Torino che per tutta la durata della missione è stata monitorata dai nostri ingegneri".
Un'esperienza che in futuro chissà potrebbe anche ripetersi, con Samantha Cristoforetti ancora nello Spazio: "Sicuramente è quello che lei auspica e credo che sicuramente Esa e Asi stiano lavorando per questo noi saremmo ben lieti di seguirla di nuovo".

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]