Chaouki (PD): «Gasparri pensi alle sue primarie e a come alimentò il razzismo. M5S? Più dittatoriale che democratico»

04 novembre 2013 ore 16:48, intelligo
Chaouki (PD): «Gasparri pensi alle sue primarie e a come alimentò il razzismo. M5S? Più dittatoriale che democratico»
di Andrea De Angelis «Eviti di strumentalizzare le nostre primarie, e si preoccupi semmai di come lui ha contribuito ad alimentare il razzismo in Italia grazie a leggi che oggi sono state condannate in più sedi». Così il deputato democratico Khalid Chaouki  risponde su IntelligoNews alle accuse di razzismo rivolte da Gasparri al Pd, in merito alle anomalie sul tesseramento. Per Chaouki sono sì da biasimare le anomalie, ma non gli immigrati in quanto tali: «Sarei rimasto sorpreso se non fossero stati anch'essi vittime o protagonisti di quelle che sono azioni sbagliate da condannare». Il democratico critica anche il MoVimento 5 Stelle: «Con Grillo che mette a referendum i diritti umani è un MoVimento sempre più dittatoriale e meno democratico». La scorsa settimana con un tweet lei ha denunciato la bocciatura dei Capigruppo della procedura d'urgenza per la legge sul diritto d'asilo dei profughi. I voti congiunti del MoVimento 5 Stelle e del Pdl hanno portato ad un risultato politico di quale significato? «Di fatto si abbraccia l'ideologia populista negando la possibilità di discutere di diritti fondamentali, strizzando l'occhio a chi vive in una crisi drammatica. Una deriva populista pericolosa che si incrocia con quella che è stata l'ideologia di destra negli ultimi anni. Il MoVimento ha un capo, anzi due capi che su questi temi impongono una linea che contrasta con quelle che sono le dichiarazioni di molti parlamentari».
Chaouki (PD): «Gasparri pensi alle sue primarie e a come alimentò il razzismo. M5S? Più dittatoriale che democratico»
Chaouki (PD): «Gasparri pensi alle sue primarie e a come alimentò il razzismo. M5S? Più dittatoriale che democratico»
Secondo lei un appartenente alle seconde generazioni non troverebbe spazio nel MoVimento 5 Stelle?
«Se fino a qualche mese fa poteva essere giustamente attirato dal MoVimento che proponeva grande discontinuità rispetto al passato, è chiaro che con queste iniziative perderanno il consenso dei figli degli immigrati, ma non solo. Si denotano infatti sempre più come un partito populista contro l'immigrazione, con Grillo che mette a referendum i diritti umani. Un MoVimento sempre più dittatoriale e meno democratico. Oggi Gasparri ha affermato che il Pd si è macchiato di razzismo, riferendosi al tesseramento anomalo di molti immigrati. Come legge queste dichiarazioni? Una facile propaganda, quando faranno intanto le loro primarie sarà interessante commentarle... Mi aspetto da Gasparri innanzitutto che promuova un'assise democratica, nella quale ci possono essere anomalie che riguardano tutti, compresi gli immigrati. Un fatto da condannare in nome della trasparenza, ma gli immigrati non sono una categoria separata, ma parte della società italiana. Sarei rimasto sorpreso se non fossero stati anch'essi vittima o protagonisti di quelle che sono azioni sbagliate da condannare. Che messaggio lancia a Gasparri? Ha un'idea un po' sbagliata di com'è la società: gli immigrati ne fanno parte e possono esserlo in un senso buono o non buono. Eviti quindi di strumentalizzare le nostre primarie, e si preoccupi semmai di come lui ha contribuito ad alimentare il razzismo in Italia grazie a leggi che oggi sono state condannate in più sedi, e che speriamo di cambiare al più presto. Non si riferisce solo alla Bossi - Fini.  Alla Bossi - Fini, al pacchetto sicurezza, ai vergognosi respingimenti in mare, e soprattutto a un modo di parlare dell'immigrazione in Italia che ha alimentato la paura, il razzismo e che oggi rischia di incrociarsi con nuova propaganda alimentata anche dal MoVimento 5 Stelle. Il diritto di voto a chi lo darebbe? Ai cittadini, ovvero a coloro che contribuiscono alla sopravvivenza e alla crescita dell'Italia, rispettando le regole e pagando le tasse. Un principio liberale di cui Gasparri avrebbe dovuto far parte...  
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]