Bologna, Furlan (Fi) su assenza di Berlusconi: "Ci sono questioni da risolvere. B. l'unico leader anti-Renzi"

04 novembre 2015, Marta Moriconi
Bologna, Furlan (Fi) su assenza di Berlusconi: 'Ci sono questioni da risolvere. B. l'unico leader anti-Renzi'
"Forza Italia parteciperà alla manifestazione organizzata dalla Lega Nord a Bologna con una sua delegazione istituzionale". Tradotto: senza Berlusconi. Il comunicato ufficiale di Forza Italia lascia intendere che il Cav. l'8 novembre non ci sarà. E apriti cielo. Si racconta che Matteo Salvini sia andato su tutte le furie e già risuonano le parole profetiche di Casapound sulla fine della coalizione moderata "alla Fini e Casini". Ma cosa ne pensa Simone Furlan, berlusconiano doc e molto vicino a Francesca Pascale? IntelligoNews lo ha intercettato. 

Pare che Silvio non salirà sul palco di Salvini a Bologna. Fa bene? 

"Io credo innanzitutto che l'invito ufficiale a Berlusconi sia arrivato tropo tardi, ci sono alcune questioni dirimenti da risolvere tra Lega e Forza Italia. Questioni che riguardano i programmi e non solo. Ci andranno molti di noi comunque".

 Infatti ci sarà una delegazione istituzionale...

"Certo, ci saranno personalità come il governatore della Liguria Toti che ha corso insieme alla Lega. Forza Italia manifesterà la vicinanza alla Lega e la volontà che il centrodestra corra sempre unito. Anche perché siamo tutti d'accordo che Renzi vada cacciato. Credo però che in questo momento Berlusconi, che sta riorganizzando il partito e sta valutando il rilancio, abbia preferito non scendere in piazza ma farlo dopo con le idee molte chiare".

I leghisti Fedriga e Centinaio si dicono stupiti e parlano di qualcuno che si sfila dalla sfida a Renzi...

"Dire che Berlusconi si sfili dalla sfida a Renzi è dire il falso. Noi siamo all'opposizione con proposte chiare e con una critica seria e serrata. Non andare in piazza non significa non fare opposizione".

Per molti Salvini rischia di fare la fine di Fini con Berlusconi che lo svuoterà a destra...

"La mia storia lo dice chiaramente l'unico leader che può riaggregare il centrodestra e al prossimo giro sconfiggere Matteo Renzi è Silvio Berlusconi. Io credo che Forza Italia debba concentrarsi oggi più che su manifestazioni e altro, sui territori recuperando l'elettorato che è andato verso la Lega. Nel momento in cui recuperiamo l'elettorato Forza Italia tornerà ad essere il primo partito del centrodestra e di opposizione ma sempre con una Lega sinergica con cui si stabiliscono alleanze e programmi". 

Renzi dice che Berlusconi sposa la filosofia dei bla bla block. Berlusconi non andando sembra d'accordo? 

"No beh, Berlusconi ha sempre dimostrato di essere un uomo del fare. Renzi purtroppo vive di chiacchiere e rappresenta un Paese che non esiste. B. non va in piazza no, per quello che Renzi ha detto, che non c'entra proprio nulla".

La Pascale si si sa è sempre sotto accusa, Anche stavolta ci ha messo lo zampino? Nella politica entra Francesca o no? 

"Devo dire che nei tavoli operativi dove lavoriamo col presidente per le questioni politiche non ho mai visto Francesca. Detto questo però ritengo che Francesca abbia, più del 90% dei parlamentari che affiancano Berlusconi, le sue preferenze, il suo consenso e tutta la legittimità e la legittimazione per esprimere il suo pensiero politico. Chiudo dicendo che ho lanciato l'hashtag "#iostoconFrancesca". 
  

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]