Renzi in Manovra si scontra con le Regioni: "Avete un miliardo in più sulla sanità, spendete bene"

04 novembre 2015, Americo Mascarucci
Renzi in Manovra  si scontra con le Regioni: 'Avete un miliardo in più sulla sanità, spendete bene'
Non si placano le polemiche fra Renzi e le Regioni sul tema controverso dei tagli alla sanità.

Il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi aveva attaccato ieri: "Non c'è qualcuno che può alzare il dito e dire a noi Regioni: 'siete degli spendaccioni', la sanità non l'avete governata o altro. Si parla di miliardi - ha aggiunto Rossi- qualcuno da Roma riveda questo dato che a volte sento dire: 'la spesa sanitaria è esplosa'. Da quando c'è la crisi, noi torneremo nel 2016 ad avere gli stessi soldi che avevamo nel 2009". 

Una dichiarazione che però non è piaciuta a Renzi il quale non ha mancato di rispondere proprio alla vigilia dell'incontro con le Regioni per discutere di questo e di altri argomenti: 
E’ normale che le Regioni vogliano di più ma abbiamo messo a bilancio un miliardo in più all’anno per la sanità - ha detto -  spendiamoli bene. Non voglio fare polemiche, non voglio demagogia. Non diciamo bugie". 
Insomma il Premier non ci sta a passare per quello che ha tagliato sulla salute e ci tiener a rivendicare il miliardo in più investito sulla sanità. Peccato però che fra Governo e Regioni i conti non tornino proprio

Sulla sanità la questione è molto semplice: lo scorso anno c’erano 109 miliardi, quest’anno ce ne sono 110 e nel 2016 saranno 111 - ha spiegato il Premier - E’ normale che le Regioni desiderino di più, è normale che tutti coloro che ragionano di sanità vorrebbero più soldi, ma nel bilancio dello Stato abbiamo messo un miliardo in più all’anno, che ci sembra una bella cifra. Perciò quando mi dicono che ci sono tagli non mi sembra giusto e mi arrabbio”

Da qui poi l'affondo, quello che fa arrabbiare di più i governatori: “Alle Regioni diciamo: spendeteli meglio, non buttateli.
Questo sarà il messaggio che anche oggi ripeteremo nell’incontro che si farà alle 18. Non voglio fare polemiche – ha aggiunto – non voglio demagogia: questo è un momento in cui l’Italia sta ripartendo, le tasse vanno giù, il debito va giù ed è importante per i nostri figli. Perciò, ripeto, per piacere cerchiamo tutti di gestire nel modo migliore i fondi alla sanità che aumentano, ne va di mezzo la salute dei cittadini”.

Insomma, i conti come detto non tornano perché, se per il Premier il problema è nella cattiva gestione delle risorse, per le Regioni il problema sta tutto a monte, ossia  nell'entità dei finanziamenti sempre meno rispondente agli effettivi bisogni del comparto sanitario. 
Il Governo investe un miliardo in più che però per le Regioni è poco rispetto alle esigenze. 
Il classico bicchiere mezzo pieno e mezzo vuoto a seconda del punto di vista di come uno lo vede. 
Chissà che stasera finalmente Renzi e le Regioni non trovino un compromesso anche su come "leggere" il bicchiere?

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]