Bologna, Gasparri alla Lega: "Berlusconi? Contatti in corso. Ma tutti sono importanti, Forza Italia è decisiva"

04 novembre 2015, Lucia Bigozzi
Bologna, Gasparri alla Lega: 'Berlusconi? Contatti in corso. Ma tutti sono importanti, Forza Italia è decisiva'
“Vediamo se alla fine Berlusconi non va a Bologna…”. Lascia la frase aperta Maurizio Gasparri, senatore di Fi e vicepresidente di Palazzo Madama sul “tormentone” che da giorni accende il dibattito nel centrodestra alla vigilia della manifestazione promossa da Salvini. Nella conversazione con Intelligonews spiega come stanno le cose, riafferma il ruolo centrale di Berlusconi e allarga l’analisi ai “lavori in corso” degli alleati.

Berlusconi non va a Bologna. Cosa c’è dietro?

«Beh, vediamo se poi alla fine non va a Bologna. Berlusconi è il capo del centrodestra ed è un po’ difficile che vada a fare il comprimario, ma fino all’ultimo non si sa come finirà. Ci sono contatti in corso tra i gruppi parlamentari di Fi e della Lega, si stanno scambiando idee. Il punto è che manifestazioni come questa, vanno organizzate insieme se devono essere di opposizione al governo Renzi. Berlusconi è il leader del centrodestra e nonostante i sondaggi abbiano un po’ “gonfiato” il trend di Salvini, Berlusconi resta sempre il baricentro del centrodestra»

Cosa risponde a Bossi secondo cui se Berlusconi diserta Bologna, Salvini sarà l’unico leader accreditato del centrodestra?

«Rispondo che dopo domenica c’è lunedì’, martedì e i giorni seguenti; non c’è mai una data finale che decide il corso della storia. C’è stata Waterloo, la scoperta dell’America … quella di domenica a Bologna non è una data storica definitiva; è una manifestazione come ce ne sono state tante in passato e altre ce ne saranno»

Ma il senatore Gasparri cosa vuole? Berlusconi a Bologna o no?

«Io sono il più interessato a un rilancio forte di Forza Italia. Indipendentemente dalla manifestazione di domenica, a me interessa se da oggi Fi riprende un’attività martellante per risalire la china del consenso. A me interessano tutti i giorni, non solo la domenica»

Storace a Intelligonews dice che la “melina” di Berlusconi con Renzi sta nel fatto che il leader di Fi non vuole far nascere un’alternativa a Renzi. E’ così?

«Non commento. Francesco si interroghi sul suo percorso politico e abbia rispetto di Berlusconi grazie al quale anche lui ha assunto ruoli politici importanti. Se fossi al suo posto darei meno lezioni; dopodichè non è Storace a dettare l’agenda politica»

Oggi Giorgia Meloni ha lanciato Terra nostra-Italiani: è la sua risposta a Berlusconi che occhieggia a Marchini? 

«La Meloni cerca di allargare il suo partito, fa il suo lavoro. Mi pare sia la normale attività che fa ogni forza politica, ognuno porta acqua al proprio mulino. Noi dobbiamo portare acqua al mulino di Forza Italia perché senza una Forza Italia forte il centrodestra non vince. Con buona pace dei nostri alleati: tutti sono importanti ma Forza Italia è decisiva per vincere»

autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]