Usa, la Yellen fa paura: sì rialzo tassi, no a un nuovo piano Qe

04 novembre 2015 ore 19:20, intelligo
Usa, la Yellen fa paura: sì rialzo tassi, no a un nuovo piano Qe
"Un rialzo dei tassi a dicembre resta una possibilità, alla luce della performance positiva dell'economia statunitense", più che una frase una minaccia, se viene pronunciata dalla numero uno della Fed, l'istituto centrale Usa, Janet Yellen nel corso di un'audizione di fronte al Congresso Usa. Non solo. La Fed non ha neanche intenzione di lanciare un nuovo programma di Quantitative Easing.

"Vedo che l'utilizzo insufficiente della forza lavoro è calato in maniera significativa e la Federal Reserve si aspetta che l'economia continui a crescere a un ritmo che consenta all'inflazione di tornare al nostro target nel medio termine. I passi compiuti dalla Fed per sostenere il sistema finanziario americano dovrebbero garantire che continuerà a essere in grado di dare il proprio contributo a sostegno dell'economia", ha sottolineato la Yellen che ha ripercorso le azioni varate dalla Federal Reserve per migliorare la supervisione sul sistema finanziario dopo la crisi del 2008.

Una buona notizia per il sistema finanziario americano, molto più solido rispetto al passato, pur restando significativi problemi interni ma la Yellen ha spiegato chiaramente che "ci sono segnali di miglioramento nella gestione del rischio, dei controlli interni e della governance dei grandi istituti finanziari ma che i problemi di compliance registrati negli anni recenti hanno minato la fiducia e che potrebbero avere implicazioni negative sulla stabilità finanziaria".

Frasi che hanno avuto inevitabili ripercussioni anche sull'andamento della Borsa italiana:
Milano ha chiuso in rosso dello 0,65%, a conferma che il cambio di rotta della banca centrale Usa ha contribuito al calo dei listini.

red
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]