Matteo Renzi rende omaggio a Tina Anselmi: "Donna politica di fede"

04 novembre 2016 ore 8:12, Andrea De Angelis
Anche il Presidente del Consiglio ha voluto rendere omaggio alla prima donna ministro della Repubblica Italiana. Una visita prevista, seppur non scontata, che è avvenuta ieri pomeriggio in quel di Castelfranco Veneto. 

Tina Anselmi, scomparsa all'età di 89 anni la notte del primo novembre, è stata prima in tutto: staffetta partigiana a 17 anni nella brigata Cesare Battisti, prima ministra donna nella storia italiana nel 1976, primo politico coraggioso a cercare di chiarire il groviglio di interessi e opacità della loggia P2. 

Matteo Renzi rende omaggio a Tina Anselmi: 'Donna politica di fede'

Il premier, accompagnato dal sindaco di Castelfranco, Stefano Marcon, è entrato nella chiesetta del Cristo, di fianco al Duomo, dove è allestita la camera ardente. Il premier si è trattenuto una decina di minuti, incontrando le sorelle di Tina Anselmi, Maria e Gianna. Il presidente del Consiglio, accompagnato dal prefetto di Treviso, Laura Lega, è entrato poi per una breve visita nel vicino Duomo di Castelfranco, dove è custodita la celebra pala di Giorgione.

"Credo sia triste doverla salutare ma credo anche sia bello il moto di commozione e di emozione che in tutto il paese è arrivato", ha detto Renzi. Ha poi aggiunto come fosse "una staffetta partigiana, un'esponente delle istituzioni, una grandissima nella storia repubblicana italiana, una grande donna di fede impegnata in politica".
"Mio padre era uno di quelli cresciuti nella sinistra della Dc e ogni volta mi indicava Tina Anselmi come quella che secondo lui doveva fare il Presidente della Repubblica, il senatore a vita, eccetera, segno della grande stima che questa donna riscuoteva in tantissime persone, per il suo impegno nella commissione d'inchiesta sulla P2, per il suo lavoro a tutti i livelli", ha concluso Renzi.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]