Tiziana Cantone, chiesta archiviazione 4 amici: il motivo

04 novembre 2016 ore 9:02, Andrea De Angelis
Siamo alle solite. Il sottile, labile confine tra sicurezza e privacy. Tra socializzazione e riservatezza. Dove inizia l'una e finisce l'altra? Una questione annosa, che potenzialmente sembra in grado di esplodere sempre più con il passare del tempo. I cui esempi concreti si moltiplicano con l'accrescersi del fenomeno

Così oggi si torna a parlare del suicidio di Tiziana Cantone, la giovane ragazza napoletana morta suicida questa estate. La storia del video diffuso in rete è tristemente nota, ma adesso il processo sembra subire una piccola svolta

Tiziana Cantone, chiesta archiviazione 4 amici: il motivo

La procura della Repubblica di Napoli ha chiesto l’archiviazione nei confronti di quattro persone che erano state querelate per diffamazione dalla donna per aver condiviso in rete immagini hard che la ritraevano in rapporti intimi con alcuni uomini. Secondo l’accusa originaria, gli indagati erano stati accusati dalla Cantone di aver diffuso i video, una dichiarazione poi, come riporta Il Fatto Quotidiano, modificata in un successivo interrogatorio. Proprio questo dovrebbe essere il motivo, la presunta ritrattazione della donna, almeno stando a quanto riportano al momento i principali organi di stampa.

La richiesta di archiviazione è stata avanzata dal pm Alessandro Milita, titolare del fascicolo coordinato dal procuratore aggiunto Fausto Zuccarelli. Il gip potrà accogliere o respingere l’istanza della Procura.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]