Voci di spogliatoio, frase choc di Buffon: "In Italia si scansano". La Juventus smentisce

04 novembre 2016 ore 11:45, intelligo
di Stefano Ursi 

Voci di spogliatoio, frase choc di Buffon: 'In Italia si scansano'. La Juventus smentisce
ARRIVA LA SMENTITA: “Dopo verifiche interne si comunica quanto che quanto scrive oggi la Gazzetta dello Sport nell'articolo dal titolo “E Buffon alza di nuovo la voce” è falso e ha l'unico obiettivo di alimentare un pregiudizio denigratorio nei confronti della Juventus, dei suoi tesserati e dei suoi tifosi”: così la Juventus in una nota pubblicata sul suo sito web ufficiale, relativamente all'articolo pubblicato dalla Gazzetta che riportava presunte dichiarazioni del portiere bianconero e della Nazionale nello spogliatoio post Napoli, relative a quello che in molti hanno interpretato come un presunto diverso impegno che metterebbero le squadre italiane rispetto a quelle europee. L'articolo ha creato in queste ore un gran dibattito sui media online e la società è dunque intervenuta con una nota per chiarire e smentire. 
IL FATTO: La frase erroneamente attribuita dal pezzo sulla Gazzetta al portiere juventino e della Nazionale, e al centro della secca e dura smentita della Juventus, è questa: "Ragazzi, così non si va da nessuna parte. In Italia vinciamo perché gli altri si scansano, ma in Europa non succede e non succederà. In Italia le uniche due squadre che non si sono scansate ci hanno battuto (il riferimento è alle sconfitte con Inter e Milan). Serve più personalità, più grinta, più voglia di aiutarsi, altrimenti ci complicheremo la vita in Campionato e soffriremo in Champions".

LA CONTROREPLICA: "La Gazzetta dello Sport conferma in toto la veridicità dell'articolo pubblicato oggi a proposito del discorso pronunciato da Buffon nello spogliatoio della Juve - si legge sul sito web del quotidiano. In quanto al verbo "scansarsi" che ha generato molte reazioni, era usato esclusivamente per fare riferimento alla scarsa convinzione di vittoria da parte di altre squadre quando queste affrontano la Juve, a causa di una superiorità dei bianconeri che spesso viene inconsciamente riconosciuta dagli avversari. La Gazzetta dello Sport - conclude - respinge poi al mittente l'accusa di "alimentare un pregiudizio denigratorio nei confronti della Juventus, dei suoi tesserati e dei suoi tifosi"”.

QUALIFICAZIONI
: Intanto ieri ai microfoni di Sky ha parlato il difensore francese Patrice Evra, che ha chiede ai tifosi di continuare a sostenere la squadra: “Tutti noi avremmo voluto essere qualificati agli ottavi di Champions già da ieri – spiega il difensore – il pareggio non è il risultato che avremmo desiderato. Ora, però, la cosa più importante è che la Juventus può ancora qualificarsi, e può farlo da prima del girone: dobbiamo vincere con il Siviglia e con la Dinamo per dimostrare che questa è la nostra competizione! Pensiamo partita per partita, ma sono convinto che passeremo il turno”. “Una squadra così forte – spiega Evra – non si costruisce in tre mesi, dunque chiedo ai tifosi di sostenerci ogni giorno e giudicarci alla fine, quando – ne sono sicuro – potranno festeggiare insieme a noi”.

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]