4 novembre, Mattarella al Vittoriano: "Forze armate essenziali per salvare vite"

04 novembre 2016 ore 12:45, Americo Mascarucci
Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha partecipato insieme alle più alte cariche dello Stato, alle celebrazioni di Roma in occasione della festa delle Forze Armate e dell'Unità nazionale, in piazza Venezia e all'Altare della Patria. 
Una festa che ricorda l'eroismo dei soldati italiani nella guerra 15/18 meglio conosciuta come Prima Guerra mondiale.
Una guerra che ha consentito di completare il processo unitario italiano, con la conquista di Trento e dei territori ancora sotto il dominio dell'impero austro-ungarico.
4 novembre, Mattarella al Vittoriano: 'Forze armate essenziali per salvare vite'
Il Capo dello Stato accompagnato dal ministro della Difesa, Roberta Pinotti e dal capo di Stato maggiore della Difesa, Claudio Graziano ha deposto una corona al 'Milite Ignoto'. 

"Ricorre oggi una data ricca di significato, suggello dell'Unità nazionale raggiunta ed espressione della riconoscenza del Paese per il contributo alla sicurezza della comunità nazionale e internazionale offerto dalle Forze Armate - ha scritto Mattarella nel suo messaggio - Donne e uomini in uniforme che oggi, in un contesto che se pur lontano dalle guerre di annientamento del secolo scorso, servono il Paese con gli stessi valori di lealtà, impegno e umanità, propri alla nostra storia". 
Mattarella ha poi sottolineato come questo impegno continui a manifestarsi oggi con lo stesso spirito patriottico e amore per il Paese.
"Con pari generosità ed altruismo i nostri militari continuano a salvare vite nel Mediterraneo in una crisi che ha assunto dimensioni epocali, meritando la riconoscenza generale".
Migranti e sicurezza nazionale sono oggi i temi al centro dell'agenda delle forze militari.
Le manifestazioni in onore del 4 dicembre si svolgono in tutta Italia considerando che quasi in ogni comune sono presenti monumenti dedicati ai caduti della Grande Guerra.
L'Italia ha infatti pagato un pesante tributo di sangue per poter finalmente realizzare il grande sogno nazionale di un'Italia unita dalle Alpi alla Sicilia. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]