Tumore gastrico, mortalità in calo ma il 20% dei pazienti è ad alto rischio

04 novembre 2016 ore 21:29, Andrea Barcariol
Sono circa 70mila gli italiani che vivono senza stomaco a causa di un tumore gastrico, malattia che nel 2016 ha fatto registrare in Italia 13mila nuovi casi. Dati quanto mai preoccupanti che arrivano dal convegno "Tumore gastrico, una sfida da vincere insieme" al quale hanno partecipato clinici, studiosi, rappresentanti delle istituzioni tra cui Ministero della Salute e Regione Lazio e pazienti per testimoniare la propria esperienza di malattia.
"Abbiamo riscontrato che circa il 50% dei pazienti è molto attratto da approcci di cura diversi da quelli convenzionali - spiega Claudia Santangelo, presidente dell'associazione "Vivere senza stomaco si può'" - E' invece estremamente importante poter contare su una diagnosi precoce, sulla possibilità di essere presi in carico in centri di eccellenza, sull'avere accesso alle cure farmacologiche più adeguate. Rendersi conto che uno dei pochi strumenti che si ha a disposizione, come la moderna chemioterapia, che oggi, prevedendo l'associazione di più farmaci, riesce a dare risultati molti significativi, non venga utilizzato mi lascia senza fiato". False cure che si contrappongono a risultati positivi: "La buona notizia - spiega il presidente della Società italiana di chirurgia oncologica, Palo Delrio - è che stiamo assistendo a una riduzione dell'incidenza ma anche della mortalità per questo tipo di cancro, e ciò grazie ai nuovi farmaci e terapie disponibili".

Tumore gastrico, mortalità in calo ma il 20% dei pazienti è ad alto rischio
In pochi anni, la sopravvivenza a 5 anni per questi pazienti è passata dal 25% al 34%, con Italia e Germania che registrano i migliori risultati. "Da alcune osservazione poi abbiamo ricavato l'impressione che circa il 20% potrebbe abbandonare la chemioterapia per intraprendere percorsi alternativi - sottolinea Santangelo - purtroppo il tumore allo stomaco non offre moltissime possibilità di sopravvivenza, specialmente se non curato adeguatamente"
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]