Psoriasi, il farmaco che funziona per l'80% dei pazienti. I dati

04 ottobre 2016 ore 16:49, Andrea Barcariol
Passi avanti nella lotta alla psoriasi. Sono stati presentati al 25 Congresso EADV conclusosi domenica a Vienna nuovi dati sulla validità ed efficacia di Ixekizumab (un anticorpo monoclonale), testato su una popolazione di oltre 7.800 pazienti, per il trattamento di questa patologia. "L'insorgenza è legata al mal funzionamento del sistema immunitario e, a causa del processo infiammatorio sistemico che la sostiene, coinvolge diversi organi - sottolinea la professoressa Ketty Peris, Direttore dell’Unità Operativa Complessa di Dermatologia all’Università Cattolica del Sacro Cuore Policlinico Gemelli di Roma - Chi ne è affetto, purtroppo, presenta inoltre gravi ripercussioni psicologiche e sociali. La terapia ideale dovrebbe, quindi, far raggiungere al paziente la migliore qualità di vita possibile attraverso un netto miglioramento del quadro clinico. L’anticorpo monoclonale ixekizumab, oltre a elevati profili di sicurezza e tollerabilità, sta dimostrando una notevole capacità nella progressiva remissione delle placche psoriasiche fin dalle prime settimane. Siamo quindi sulla buona strada verso una terapia ottimale".
 
Psoriasi, il farmaco che funziona per l'80% dei pazienti. I dati
Gli studi hanno dimostrato che con Ixekizumab i livelli di remissione e mantenimento, ottenuti nella fase di induzione della terapia, cioè alla 12 ma settimana, si mantenevano elevati( fino a 8 pazienti su 10, anche dopo 60 settimane di trattamento.
 I risultati di un recente sondaggio, condotto da Novartis, ha rivelato che l’84% dei malati di psoriasi si sentono vittime di discriminazioni, e molti di loro (40%) dichiarano di essere insistentemente fissati in pubblico a causa della loro condizione. Oltre 8.300 persone provenienti da 31 Paesi hanno preso parte al sondaggio, il primo del suo genere che analizza la percezione di una pelle libera da lesioni nella psoriasi. Oltre a evidenziare livelli inaccettabili di discriminazione e umiliazione, il sondaggio dimostra che quasi la metà delle persone con psoriasi (45%) si è vista chiedere addirittura se la malattia fosse contagiosa.
In Italia, si stima siano affette da psoriasi circa 1,5 milioni di persone con una prevalenza pari al 2,8% della popolazione. Nel mondo, sono 25 milioni a soffrirne, oltre un terzo dei quali in forma non lieve. La patologia colpisce inoltre donne e uomini senza particolari distinzioni e può comparire a qualsiasi età, tuttavia la prevalenza della psoriasi aumenta con l’avanzare dell’età.

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]