Trump nella morsa di tasse e Iran. Ma ha solo 5 punti di svantaggio

04 ottobre 2016 ore 23:56, Americo Mascarucci
Hillary Clinton sarebbe in vantaggio su Donald Trump di soli cinque punti grazie al dibattito di lunedì scorso tra i due candidati alla Casa Bianca. 
E' quanto emerge da un sondaggio Cnn/Orc, secondo cui per la candidata democratica voterebbe il 47% degli elettori contro il 42% favorevole al magnate. 
Cinque puntio di svantaggio soltanto dunque separerebbero i due contendenti nonostante la storia delle destrazioni fiscali di Trump e le sue dichiarazioni in materia ambientali che hanno creato scandalo.
Secondo Trump, le tesi sul cambiamento del clima non sarebbero altro che un’immensa "bufala” dei cinesi", finalizzata a ottenere dei vantaggi competitivi nel settore manifatturiero. Queste dichiarazioni irridono oltre il 97% degli scienziati e climatologi che da anni concordano prevalentemente su due conclusioni: che la temperatura globale del pianeta è in aumento a causa del cambiamento del clima e che le attività dell’uomo sono la principale causa di tale cambiamento.
 
Trump nella morsa di tasse e Iran. Ma ha solo 5 punti di svantaggio
Poi c'è lo scoop del New York Times entrato in possesso della dichiarazione dei redditi di Donald Trump per il 1995.
Dall'analisi dei documenti effettuata da esperti consultati dal giornale emergerebbe che l'attuale candidato repubblicano per la presidenza degli Stati Uniti avrebbe usufruito di una detrazione tale che potrebbe poi avergli concesso, in maniera legale, di non pagare le imposte federali sul reddito per 18 anni.  
"Ho usato legalmente le leggi fiscali a mio vantaggio. E onestamente sono stato straordinario nel farlo" ha ammesso Donald Trump sottolinendo tuttavia come si tratti di "leggi ingiuste che per fortuna io conosco bene", Trump assicura poi che cambierà il sistema fiscale
Con tutto ciò forse cinque puntio di svantaggio sono davvero pochi. 

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]