I Suv salvano la Fiat... e i sindacati. Accordo raggiunto, ma i social non si fidano

04 settembre 2013 ore 14:44, Marta Moriconi
I Suv salvano la Fiat... e i sindacati. Accordo raggiunto, ma i social non si fidano
L'amministratore delegato della Fiat, Sergio Marchionne, questa mattina ha incontrato a Roma i sindacati per parlare di investimenti, a partire da Mirafiori.
E dopo qualche ora la buona notizia. "Abbiamo fatto l'accordo dove si ribadisce che il contratto che abbiamo già firmato garantisce gli investimenti della Fiat e si comincia con lo stabilimento di Mirafiori dove si costruirà il nuovo Suv di Maserati". Ed è il leader della Uil, Luigi Angeletti, ad annunciarlo all’uscita del tavolo. L'ad Marchionne alla fine ha ceduto, forse perché, già su twitter è diventato un tormentone, gli accordi vanno a buon fine quando non c’è di mezzo la Fiom. Se da una parte si registra una vittoria, dall’altra quella ottenuta è una medicina con un effetto lento. Angeletti spiega, infatti, che comunque "ci vorrà la cassa integrazione perché ci vorrà del tempo per cambiare le linee e prepararsi a produrre vetture molto diverse a Mirafiori. Oggi siamo solo all'inizio, poi, seguirà Cassino. Nelle prossime settimane intanto cominceranno i lavori di ristrutturazione per essere pronti nel 2014 a produrre il nuovo Suv di Maserati. Ci sarà un riassorbimento graduale dei lavoratori e, sarà completato, con la produzione di un'altra vettura a Mirafiori". Le parole sono importanti e quelle scelte dal leader della Cisl, Raffaele Bonanni, sono positive. Parla di “buoni accordi e positive relazioni sindacali che danno garanzie sugli investimenti e prospettive all'occupazione''. Ma è Centrella dell’Ugl a fare il passo in più e tutto verso la Fiat, che “ha dimostrato ancora una volta di avere a cuore i lavoratori e gli stabilimenti italiani”. Se da una parte i sindacalisti stanno affidando i propri commenti alle agenzie, la politica langue. A cinguettare la propria felicità, seppur velata da prudenza, è quasi sola Laura Puppato, che ha affidato le sue parole al social network: Ma per qualcuno il pericolo è ancora alle porte: si tratta della solita mossa levantina della Fiat per allungare la cassa integrazione?
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]