Addio Salvini, per Celentano anti-Merkel "ha ragione Grillo"

04 settembre 2015, Marta Moriconi
Addio Salvini, per Celentano anti-Merkel 'ha ragione Grillo'
E' tornato Adriano Celentano e ha scritto di nuovo di politica sul suo blog.

Dopo il suo pezzo dal titolo “Perché la gente dovrebbe consumare?” dove in una riflessione-confessione rivelava “sto cominciando a pensare a Salvini”, deve essere tornato sui suoi passi e in tema di migranti ha le idee chiarissime. 

E sempre quelle. 

Se la prende con il trattato di Dublino (che regola la Ue sulle richieste di asilo) e parla ad Angela Merkel, usando l'opinione di Grillo. 

"Cara Merkel!

Fra i Premier che in Germania ti hanno preceduto, devo dire che tu ( a parte gli errori, ma nessun premier è perfetto, neanche Renzi nonostante il vantaggio della sua giovane età) sei la più simpatica. Mi ricordi mia sorella Rosa che aveva sempre voglia di ridere e giocare. Però. Ha ragione Grillo. Tu, la scorsa settimana avevi fatto una promessa importante quando annunciasti che la Germania avrebbe BLOCCATO il trattato di Dublino. Ma ieri il portavoce del governo tedesco ha dovuto ammettere che chiunque arrivi in Ungheria, deve registrarsi lì, e lì, sottoporsi alla procedura di richiesta di asilo.
La promessa di Angela Merkel faceva riferimento alla necessità che fosse invece lo stato in cui il migrante intende recarsi a dover valutare la richiesta di asilo, una modifica che, in effetti, potrebbe evitare le reazioni da parte di alcuni stati, tra cui l'Ungheria. Celentano, poi, ne approfitta anche per parlare dell'aldilà e del giudizio divino.

Perché non mantieni la promessa che hai fatto? Così facendo si rischia di far alzare i famosi MURI del triste e avvilente rifiuto alla disperazione della povera gente che scappa dalla guerra. Mentre invece sarebbe così bello se l’Europa TUTTA, assestasse un sonoro schiaffo a tutti quelli che uccidono. I quali non hanno ancora capito che non basta farla franca in questa di vita. I GUAI per loro, anche se vivessero 150anni, cominceranno proprio quando la fine è vicina. Ed è un vero peccato. Come si può rinunciare alle “GIOIE” della vita Eterna per rincorrere la devastante supremazia sui propri simili?". 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]