Bergoglio fa santa Madre Teresa, poi sfama 1500 poveri in Vaticano

04 settembre 2016 ore 11:30, Adriano Scianca
Madre Teresa di Calcutta è santa. Stamattina Papa Francesco ha canonizzato in Piazza San Pietro la religiosa albanese, nota per il suo impegno umanitario fra gli ultimi della società indiana. Madre Teresa viene proclamata santa a 19 anni dalla morte e 17 dall'inizio della causa di canonizzazione. Il Papa esorta a imitare la santa albanese per attuare "quella Rivoluzione della Tenerezza iniziata da Gesù Cristo con il suo amore di predilezione ai piccoli". Per l'evento, sono giunte a Roma 100 mila persone e 13 capi di stato e di governo. A vigilare su di loro, circa 1.000 uomini delle forze dell'ordine, che hanno rafforzato il piano preventivo di vigilanza e prevenzione disposto per l'interno anno giubilare che conta l'impiego di 2.000 uomini nell'intero territorio della Capitale, a partire dalle periferie. 

Bergoglio fa santa Madre Teresa, poi sfama 1500 poveri in Vaticano
Nata a Skopje nel 1910 e morta a Calcutta nel 1997, premio Nobel per la Pace nel 1979, Anjezë Gonxhe Bojaxhiu (questo il suo nome prima di prendere i voti) è sempre stata vicina alla sofferenza dei poveri, degli affamati, dei malati di lebbra e di Aids, dei moribondi, degli umiliati. Per rendere omaggio allo spirito di Madre Teresa, Papa Bergoglio ha inoltre deciso di invitare, al termine della cerimonia, 1500 poveri a un pranzo offerto dal Vaticano. Luogo del banchetto, l'Atrio dell'Aula Paolo VI. Gli invitati sono poveri e bisognosi, soprattutto delle case (dormitori) delle Suore di Madre Teresa e provengono da tutta Italia: da Milano, Bologna, Firenze, Napoli e da tutte le case di Roma. Hanno viaggiato durante la notte con diversi pullman per partecipare prima alla Canonizzazione e poi al pranzo. Il pranzo è servito da circa 250 Suore di Madre Teresa, 50 Fratelli della Congregazione maschile e da altri volontari. Il menù prevede pizza napoletana.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]