Venezia 73, Fassbender e Vikander fra amore (vero) e maternità (sullo schermo)

04 settembre 2016 ore 14:49, Adriano Scianca
Amanti sullo schermo, amanti nella vita. Michael Fassbender e Alicia Vikander arrivano a Venezia per presentare il film La luce sugli oceani del regista Derek Cianfrance, pellicola ambientata nell'Australia del 1918 che vede nel cast anche Rachel Weisz. L'attore interpreta un reduce della Prima guerra mondiale desideroso di solitudine che proprio per questo accetta il lavoro di guardiano del faro. Lei gli farà cambiare idea, anche se nella sua vita si fa largo un prepotente e frustrato desiderio di maternità L’arrivo di una barca con a bordo un morto e una neonata sembra risolvere i loro problemi esistenziali. Anni dopo, tuttavia, una donna rivendicherà i propri diritti di madre sulla bambina, con tutto il contorno di dilemmi etici e giuridici su maternità naturale e adottiva.

Venezia 73, Fassbender e Vikander fra amore (vero) e maternità (sullo schermo)
“Sapevo di toccare un nervo scoperto di tanta parte del pubblico femminile, ho cercato di essere all’altezza aiutata da una sceneggiatura di ferro e dal talento di Michael”, spiega l'attrice. Conosciutisi sul set,  Fassbender e Vikander ora fanno coppia anche nella vita. “Alicia era così fiera di aver ottenuto la parte, ma anche così affamata di cinema, mi faceva quasi paura. Conosco quella sensazione, all’inizio della carriera la proviamo tutti, sai di avere una grande opportunità per uscire dall’ombra e ti impegni moltissimo. Sul set mi provocava e io sentivo di dover essere alla sua altezza”, ha raccontato l'attore. 

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]