Giubileo, Padre Pio come "segno prezioso" a San Pietro: ostensione a febbraio

05 agosto 2015, Marta Moriconi
Giubileo, Padre Pio come 'segno prezioso' a San Pietro: ostensione a febbraio
I Frati cappuccini non nascondono la propria emozione e pubblicano, su La Voce di Padre Pio, la lettera inviata da mons. Rino Fisichella, presidente del Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione, all’Arcivescovo di Manfredonia-Vieste-San Giovanni Rotondo, mons. Michele Castoro
: “La presenza delle spoglie di San Pio sarà un segno prezioso per tutti i missionari e i sacerdoti, i quali troveranno forza e sostegno per la propria missione nel suo esempio mirabile di confessore infaticabile, accogliente e paziente, autentico testimone della misericordia del Padre”. 

La salma di San Pio sarà trasportata da San Giovanni Rotondo a Roma con “idoneo mezzo” e l'ostensione del corpo sarà mercoledì delle Ceneri come voluto da Papa Francesco e riportato da mons. Fisichella.

Il programma prevede la sua permanenza nella Basilica di San Pietro dall’8 al 14 febbraio 2016.

“Il Santo Padre ha espresso il vivo desiderio perché le spoglie di San Pio da Pietrelcina siano esposte nella Basilica di San Pietro il mercoledì delle ceneri del prossimo anno santo straordinario, giorno in cui egli invierà in tutto il mondo i missionari della misericordia, conferendo loro speciale mandato di predicare e confessare perché siano segno vivo di come il Padre accoglie quanti sono in cerca del suo perdono”.

A chiarire i vari aspetti all'Ansa è stato il portavoce dei Frati cappuccini, Stefano Campanella, che chiarirà ulteriormente altri aspetti dell'organizzazione nelle prossime settimane.


Seguici su Facebook e Twitter

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]