Pechino-choc: bimba gettata nel wc, viva per miracolo

05 agosto 2015, Americo Mascarucci
[Image:Left] Sta facendo il giro del mondo la notizia della neonata cinese, abbandonata in un wc e salvata in extremis dall’intervento della Polizia. E’ accaduto a Pechino. 

La piccola, frutto evidentemente di una gravidanza non desiderata, è stata abbandonata a testa in giù nel water di un bagno pubblico. Il pianto della neonata ha richiamato l’attenzione delle persone che hanno subito lanciato l’allarme. Repentino l’intervento della Polizia che ha salvato la nascitura appena in tempo; se fosse rimasta ancora qualche minuto in quelle condizioni probabilmente non sarebbe sopravvissuta oltre. Il suo salvataggio è stato fotografato in diretta, e ora le foto sono state visionate in tutto il mondo a corollario di una triste storia contraddistinta però da un finale lieto. La notizia è stata riportata dal Beijing Times. 

La bambina, trasportata in ospedale, è in condizioni stabili. La Polizia sta tentando di rintracciare la madre. Il parto quasi sicuramente è avvenuto all’interno del bagno pubblico dove la piccina è stata ritrovata. A confermarlo le tracce di sangue rinvenute proprio sul luogo del ritrovamento. Non è la prima volta che, anche in Cina, si verificano episodi del genere. Si tratta il più delle volte di gravidanze “accidentali” cioè non volute e spesso conseguenza di incontri occasionali. 

Le giovani madri, un po’ per la vergogna di ritrovarsi con un figlio senza essere sposate, un po’ per l’impossibilità di provvedere economicamente al mantenimento del nascituro, preferiscono ricorrere alla soluzione più orribile, quella appunto di partorire in gran segreto, anche a rischio della propria vita, buttando al macero il neonato appena dato alla luce. Anche in Italia casi simili sono purtroppo all’ordine del giorno. 

In Cina poi, al fine di limitare l’eccessiva crescita demografica, è stata varata la politica del figlio unico, fatto questo che ha incentivato la pratica degli abbandoni. Una politica che ora il governo di Pechino, sembra interessato a rivedere e modificare. Chissà se quest’ultimo drammatico caso, sarà da impulso per rimodulare la legge?
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]