"Estate (non tanto) sicura" per anziani: 3 case di cura su 10 bocciate dai Nas. Ira Lorenzin

05 agosto 2016 ore 11:10, Andrea De Angelis
Pagare. Per affidare i propri cari, spesso coloro che ci hanno messo al mondo, a qualcuno. A qualcosa. Una struttura in grado di concedere loro serenità, cure. Permettondo una vita degna di essere vissuta fino all'ultimo giorno. I centri anziani, strutture tanto diffuse quanto importanti sul territorio nazionale, finiscono ora nell'occhio del ciclone. 

Non tanto per un caso specifico, di quelli che si vedono in televisione e fanno indignare molti. Sentimenti di rabbia, che spesso svaniscono però con il passare delle ore nell'opinione pubblica e si mischiano invece a frustrazione per coloro i quali sono stati toccati in modo diretto dall'accaduto. Questa volta si tratta di un vero e proprio bilancio, per certi versi scioccante. Certamente drammatico. 
I dati sono stati resi noti al ministero della Salute in occasione della presentazione del programma di interventi ‘Estate sicura 2016’. "In varie situazioni – ha detto il ministro del Salute, Beatrice Lorenzin – viene meno qualsiasi tipo di umanità".
Sono state verificate situazioni in strutture per anziani "dove i comportamenti degli operatori si dimostrano del tutto disumani, ci sono anziani – ha detto Lorenzin – trattati come non lo sono neppure gli animali". Il ministro ha anche espresso preoccupazione per l’aumento delle strutture abusive in questo ambito, dove "l’intervento è più problematico"

'Estate (non tanto) sicura' per anziani: 3 case di cura su 10 bocciate dai Nas. Ira Lorenzin
Secondo i dati presentati oggi dal comandante generale dell’Arma dei Carabinieri, Tullio Del Sette, e dal comandante dei Nas, Claudio Vincelli, le strutture ricettive per anziani "non conformi"sono il 30% su 365.
Quanto al tipo di violazioni penali commesse, emergono i maltrattamenti (114 casi), l’esercizio abusivo della professione da parte di medici e infermieri (109), l’abbandono di incapaci (68), lesioni personali (16), sequestro di persona (16), detenzione di farmaci scaduti (15), strutture sanitarie prive di autorizzazione ovvero abusive (21 casi su 365 strutture controllate), carenze igienico-strutturali (124).
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]