La Luna apre "ai privati": sul satellite con Moon Express nel 2017 anche per turismo

05 agosto 2016 ore 10:34, Americo Mascarucci
Una piccola startup californiana ha avuto il via libera dalle autorità americane per lavorare con la Nasa e lanciare la prima missione privata sulla Luna. 
Lo scorso aprile Moon Express, questo il nome della startup, aveva infatti chiesto all'ente federale una review per il suo lander MX-1E, con cui l’azienda vuole atterrare sul nostro satellite. 
E, dopo un inter conclusosi lo scorso luglio, e che ha chiamato in causa più agenzie governative, l’ente federale americano si è espresso positivamente sulla possibilità di una missione condotta con MX-1E, sostenendo che non metterebbe a repentaglio la sicurezza nazionale sotto alcun punto di vista. 
La Luna in effetti è ancora tutta da sfruttare per ricerche, esperimenti scientifici, sfruttamento minerario e, in prospettiva, sviluppo turistico. 
Moon Express è una delle 16 società che avevano accettato la scommessa dell’X Prize, indetto nel 2007, ma negli anni quasi tutte si sono ritirate 
La missione, qualora dovesse rispettare i tempi previsti e concludersi con un successo, potrebbe però essere solo la prima di una lunga serie: il suolo lunare risulta infatti ricco di elementi che scarseggiano sulla superficie terrestre. 

"Abbiamo scelto di andare sulla Luna non perché è facile, ma perché è un ottimo affare", ha detto Naveen Jain, presidente della startup, citando direttamente il presidente John F. Kennedy e il suo celebre discorso pronunciato nel 1962. 
"Tutto ciò per cui lottiamo qui sulla Terra -che siano terre, acqua o energia- è disponibile in abbondanza nello spazio".
La Luna apre 'ai privati': sul satellite con Moon Express nel 2017 anche per turismo
Ovviamente la compagnia sarà obbligata al rispetto assoluto di alcune regole fondamentali, quali la non contaminazione o alterazione del panorama lunare, il divieto di interferire con eventuali missioni spaziali e l’obbligo a collaborare con istituti statali e scientifici fornendo i dati raccolti. 
Il viaggio dell’azienda privata è stato autorizzato dalle maggiori autorità federali statunitensi in quanto ritenuto non lesivo per la politica e i relativi accordi internazionali o la sicurezza. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]