Brescia choc, era morto da 2 mesi ma l'anziana moglie lo nutriva e puliva

05 agosto 2016 ore 12:13, Americo Mascarucci
Tragedia della solitudine a Brescia. 
Un’anziana donna per mesi ha convissuto in casa con il cadavere del marito che ha accudito come fosse vivo. 
Anzi, pare che lei fosse perfettamente consapevole che il coniuge fosse effettivamente in vita.
Così quel cadavere è rimasto lì senza che nessuno denunciasse il decesso dell'uomo.
La macabra scoperta l’hanno fatta gli agenti della Volante e gli operatori del 112 dopo che una vicina aveva segnalato l’uscita di un odore irrespirabile dall'abitazione dei due anziani. 
Gli agenti si sono dunque recati sul posto e hanno scoperto il cadavere dell’uomo in decomposizione su una sedia. 
La moglie non soltanto non ne ha denunciato il decesso ma per mesi ha continuato a lavarlo, cambiarlo, imboccarlo, vestirlo. 

Brescia choc, era morto da 2 mesi ma l'anziana moglie lo nutriva e puliva
Quando gli agenti le hanno fatto notare che il marito era morto e pure da diverso tempo la donna pare si sia giustificata dicendo di non essersene mai accorta e di averci parlato fino a pochi istanti prima.
La donna è stata quindi ricoverata in ospedale dove è stata anche sottoposta a perizia psichiatrica. 
L'abitazione è stata posta sotto sequestro, mentre il cadavere, in avanzato stato di decomposizione, è a disposizione dell'Istituto di medicina legale. La coppia, senza figli, viveva da sola.
Sembra esclusa l'ipotesi del delitto. L'uomo infatti sarebbe morto per cause naturali.



caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]