Salone dell'Auto modello Appendino: dal 7 all'11 giugno curiosità e novità

05 agosto 2016 ore 11:22, Lucia Bigozzi
La data c’è già: 7-11 giugno 2017. Torino sarà location e protagonista del Salone dell’Auto. Il ‘sì’ si farà è stato confermato dalla sindaca Chiara Appendino e dai vertici del Comitato organizzatore. Ci ha pensato proprio il primo cittadino a sgomberare il campo da congetture, ipotesi e perplessità che sembrava metterne in discussione la realizzazione. Non è così e al Parco Valentino, si bisserà – almeno questo è l’intento degli organizzatori – il successo di partecipazione registrato nella prima edizione, con un trend di 650 mila visitatori, di ben poco inferiore alle 690mila presente del “blasonato” Salone di Ginevra. E infatti, l’obiettivo dichiarato è inserirsi nel novero dei più prestigiosi eventi nel settore automobilistico. Spettacolare la scenografia dell’evento anticipata dall’ideatore del format, Andrea Levy: “Il Salone dell’Auto Parco Valentino conferma l’esposizione all’aperto delle novità delle anteprime da parte dei brand automobilistici, e lo fa presentando alle Case un’evoluzione delle pedane che nel 2017 diventano veri e propri stand espositivi, show room che favoriranno l’interazione tra cliente e automobile, garantendo uno spazio al coperto grande fino a 200 metri quadrati. Confermata la regola che permette da 1 a 4 vetture in esposizione, così come torneranno i test drive. Grande spazio sarà riservato a carrozzieri, centri stile e scuole”.

Salone dell'Auto modello Appendino: dal 7 all'11 giugno curiosità e novità
Non solo il Parco Valentino perché il Salone dell’Auto in sostanza, abbraccerà tutta la città. A Torino infatti sono previste iniziative ed eventi anche nelle aree periferiche
e a questo si aggiunge l’opzione resa possibile dal Comune che ha messo a disposizione degli organizzatori l’area espositiva del Lingotto, palcoscenico ideale per incontri e manifestazioni tutte dedicate alla storia e alla cultura dell’automobile. La sindaca Appendino ha confermato il sostegno dell’amministrazione comunale alla kermesse manifestando il proprio entusiasmo, da buona torinese: “Il saper fare auto è un patrimonio torinese e italiano, per questo vogliamo che il Salone dell’Auto cresca, si evolva e diventi un appuntamento automobilistico internazionale, in grado di richiamare operatori del settore, turisti e giornalisti da tutto il mondo”. 
autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]