Effetto Higuain: agente di Koulibaly contro Sarri e il Napoli ora rischia

05 aprile 2016 ore 10:06, Andrea De Angelis
Stiamo parlando della squadra Campione d'inverno. Di una formazione capace di piegare le resistenza delle altre da autunno inoltrato fino allo scorso mese. Una squadra che anche quando andava in svantaggio (vedi di recente con il Genoa) riusciva poi a rimontare facilmente l'avversario. Questione di tempo, tanto per intenderci. Guidata da un fuoriclasse che ha realizzato trenta reti, più del doppio del secondo in classifica cannonieri. E poco importa che gli altri bomber, a onor del vero, stiano andando più lentamente. Lui segna sempre. Anche a Udine. 

Poi, però, quel cartellino rosso. In una gara quasi persa. Le due cose vanno insieme: quel rosso sventolato con la squadra in vantaggio non avrebbe portato Higuain a reagire in quel modo. L'argentino non si è mai fatto notare per simili comportamenti, anzi. Addirittura il suo look è quello da bravo ragazzo. Qualche protesta ogni tanto, certo. Ma un esempio anche per i compagni. Probabilmente Higuain è nervoso anche per il contratto, ma noi crediamo che sia stato il campo il vero motivo. Ha sbagliato e pagherà. Dire "l'ha fatto anche Bonucci" conta fino a un certo punto. Meglio ammettere le proprie colpe, così fanno le grandi squadre. 
Detto questo, secondo le ultime indiscrezioni sembra che Higuain starà fermo per quattro giornate. Un'enormità considerando che ne mancano sei alla fine. Il 75% delle partite restanti il Napoli le dovrà giocare senza il suo centravanti? Forse. Perché la riduzione è dietro l'angolo e comunque ancora la squalifica non è ufficiale. 

Effetto Higuain: agente di Koulibaly contro Sarri e il Napoli ora rischia
Il punto semmai è un altro. Perché a finire sul banco degli imputati ora è anche l'allenatore, osannato fino allo scorso mese. Reo di non applicare il turnover in modo adeguato. Così gli azzurri sono usciti dall'Europa League molto prima del previsto (erano tra i favoriti) e ora rischiano di perdere anche il secondo posto, dato per certo fino a poche settimane fa. 
Bisogna battere, anzi asfaltare il Verona (che ieri ha vinto a Bologna e dunque sogna ancora). Poi non perdere lo scontro diretto con la Roma. Insomma, all'ombra del Vesuvio la primavera sarà davvero impegnativa. Un Napoli terzo in classifica scontenterebbe tutti, compresi i tifosi. 
Intanto le critiche al mister arrivano da Bruno Satin, agente di Kalidou Koulibaly, che ai microfoni di 'Radio Crc' dice: "Non ho parlato con Koulibaly dopo la partita di Udine, ma sapeva che sarebbe stata una gara complicata. Era convinto che Sarri avesse fatto turnover con alcuni dei giocatori che tornavano dalle Nazionali, ha comunicato a Sarri le sue condizioni e anche Ghoulam credo si sia trovato in questa situazione". E aggiunge: "Non sono settimane normali per preparare una partita". 

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]