Per i non vedenti Facebook iOS descrive le foto e sfida Twitter

05 aprile 2016 ore 23:59, Micaela Del Monte
C’è un post su Facebook con una novità che si annuncia come “rivoluzionaria”. La notizia è che un team di sviluppatori è al lavoro per mettere a punto una applicazione utilizzabile per dispositivi iOS di Facebook in grado di migliorare l’accesso ai social network anche su iPhone, iPad e iPod Touch, e di facilitare in particolare i non vedenti e gli ipovedenti. In che modo? Con il “social network blu”: in pratica, mediante uno screen reader, da oggi chi ha problemi alla vista potrà contare sulla possibilità di sfruttare il riconoscimento degli oggetti e quindi averne la relativa percezione, proprio attraverso l’app di iOS do Facebook che consente di avere una definizione e una “lettura” dell’immagine sui dispositivi mobile (smartphone Apple, in particolare). E’ il sistema Automatic Alternative Text di Facebook in grado di mettere il non vedente o l’ipovedente nelle condizioni di descrivere la foto che sta osservando, in tutti i suoi dettagli. 

Per i non vedenti Facebook iOS descrive le foto e sfida Twitter
Il risultato conseguito dagli sviluppatori è contenuto nel post pubblicato sul blog ufficiale di Facebook. Non a caso, gli ingegneri e i tecnici del patron della piattaforma social, Mark Zuckerberg, hanno scoperto ed elaborato una nuova funzionalità proprio grazie alle potenzialità della cosiddetta “intelligenza artificiale”, capace di descrivere in alta definizione e nella profondità dei dettagli, il contenuto delle foto che vengono postate. 
Ci sono voluti dieci mesi di lavoro per mettere a punto e rendere operativo il sistema Automatic Alternative Text (AAT), che in fase preliminare è stato sottoposto a una serie di test finalizzati a verificarne in particolar modo la funzionalità. Un sistema in qualche modo analogo esiste anche in Twitter dove proprio a partire da questi giorni è possibile aggiungere una descrizione per ogni immagine postata sulla piattaforma. Un modo pensato anche per chi ha problemi con la vista: infatti gli utenti non vedenti o ipovedenti possono utilizzare screen reader ma anche schermi braille per visualizzare le immagini caricare dagli altri sulla piattaforma social. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]