Più turisti per "La tua Liguria": così Toti promuove un "modello di sviluppo"

05 aprile 2016 ore 17:34, Lucia Bigozzi
Un racconto in diretta, in tempo reale. Giovanni Toti, governatore della Liguria sembra “archiviare” le tradizionali tecniche comunicative per promuovere le bellezze paesaggistiche e storico-artistiche della regione e “inventa” un modo nuovo per veicolarle in Italia e nel mondo. Saranno infatti i liguri e i turisti a vestire i panni dei narratori. E' l'idea lanciata da Toti che ora rivolge un invito “urbi et orbi” a diventare promoter turistici. Come? Utilizzando le nuove tecnologie: quindi video e foto che parlano di Liguria. E’ questo il senso della campagna “La tua Liguria” che scatterà a giugno. Il “reportage” di chi si trasformerà in protagonista del racconto sarà pubblicato, anzi postato sulle pagine social della Regione Liguria. Ma c’è una novità nella novità perché i video che verranno caricati nei portali online dell’ente regionale, saranno proiettati durante l’intera estate sul maxi-telo allestito nel cantiere del palazzo della Regione, nel centro storico di Genova, in piazza De Ferrari. Insomma una sorta di “cinema” on te road interamente dedicato alla Liguria. Il senso lo spiega direttamente il governatore: “Trasformiamo un disagio come quello del cantiere in un'opportunità per raccontare le emozioni le immagini, i colori, i profumi e i sapori della nostra terra vista con gli occhi dei turisti”. 

Più turisti per 'La tua Liguria': così Toti promuove un 'modello di sviluppo'
A “suggerire” l’idea del turista o del ligure promoter del territorio è stato il trend in ascesa della Liguria che nei tre mesi scorsi (tra dicembre e febbraio) ha visto salire le presenze dei visitatori del 13,6 per cento rispetto allo stesso periodo del 2015. Il “boom” vero e proprio si è registrato a dicembre, proprio in occasione delle festività natalizie con le presenze che sono schizzate del 23 per cento in più rispetto al dicembre dell’anno prima (il dato numerico è pari a 452 mila presenze. Molte le iniziative per incrementare l’offerta turistica regionale e rendere la Liguria sempre più appetibile per i visitatori: si va dalla rete dei sentieri per gli appassionati di passeggiate all’aria aperta attraverso il progetto Sentiero Liguria al Progetto Gaia dedicato ai locali più particolari pensati per i turisti che soffrono di allergie alimentari. Dulcis in fundo, il progetto “Europe without barriers” e il lancio nel sito www.turismoinliguria.it di una finestra interamente dedicata al turismo sociale e accessibile.
autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]