L'uomo non tocca le donne: musulmani esentati da stretta di mano a scuola. Bufera in Svizzera

05 aprile 2016 ore 23:59, Andrea Barcariol
Anche in Svizzera scoppiano le polemiche "scolastiche". Ha suscitato molto clamore la decisione di una scuola di Therwil, nel Cantone di Basilea-Campagna, di esentare due studenti musulmani dal stringere la mano alla maestra nelle occasioni in cui si usa farlo. Secondo un articolo della Schweiz am Sonntag che ha rivelato la vicenda, la direzione della scuola secondaria che si trova a Känelmattweg, ha raggiunto un accordo con i due fratelli siriani di 14 e 15 anni, cresciuti in Svizzera, tenendo conto dell’insegnamento islamico secondo cui un uomo non può toccare una donna che non sia la moglie. Un gesto che viola il costume diffuso nei paesi islamici secondo cui un uomo e una donna non devono avere contatti fisici, a meno che ovviamente non siano marito e moglie. Immediate le reazioni di condanna da parte del governo. «Non è così che mi immagino l'integrazione - ha sottolineato la ministra della Giustizia svizzera, Simonetta Sommaruga - Non possiamo accettare questo in nome della libertà di credo. La stretta di mano è parte della nostra cultura».

L'uomo non tocca le donne: musulmani esentati da stretta di mano a scuola. Bufera in Svizzera
Anche l'associazione degli insegnanti del cantone di Basilea-Campagna non ha condiviso la scelta della direzione: "Si tratta di una rottura con la tradizione e di una discriminazione delle donne", ha affermato l'associazione. Intervistata dalla televisione, un'insegnante in un liceo basilese, musulmana, Jasmina El Sonbati, ha detto che il rifiuto di stringere la mano non ha nulla a che vedere con l'Islam, si tratta piuttosto di una «moda neo-islamica» che non può venir tollerata. Il caso di Therwil non appare tuttavia isolato. "Da 20-30 anni si verificano casi del genere, con giovani di sesso maschile, soprattutto di religione islamica, che si rifiutano di dare la mano a un'insegnante donna", ha raccontato Bernhard Gertsch, presidente dell'Associazione degli insegnanti a '10vor10'. Il Consiglio centrale islamico svizzero ha dichiarato che la stretta di mano tra uomini e donne è stata proibita. "Dopo gli attacchi di Colonia, alla vigilia di Capodanno, è stato chiesto ai musulmani di mantenere le distanze dalle donne, ora chiedono di avvicinarsi a loro", ha detto ai media svizzeri il portavoce Qaasim Illi.
In Italia lo scorso dicembre c'era stata un'accesa discussione politica perché il preside di una scuola di Rozzano aveva vietato i canti di Natale. In quell'occasione si mosse anche Matteo Salvini che si presentò presso l'Istituto con un presepe in mano. Paese che vai polemica che trovi.




caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]