Si fingeva medico e rubava in un ospedale di Milano: arrestata. E' il secondo caso nel 2016

05 febbraio 2016 ore 9:53, Andrea Barcariol
Si è aggirata per tre mesi con camice, mascherina e una cuffia da dottore all'interno dell'ospedale di Sesto San Giovanni. Il suo obiettivo però non era quello di curare i pazienti ma di rubare negli spogliatoi e negli armadietti della struttura. Per questo è stata arrestata una donna di 53 anni, dagli agenti del commissariato di Sesto San Giovanni il 29 gennaio scorso dopo l'ennesimo furto commesso con il trucco del travestimento. Dopo mesi di furti, è stata notata da un'infermiera e inseguita. Una volta scoperta, la malvivente ha tentato di fuggire aggredendo un uomo che aveva cercato di bloccarla mentre usciva dall'ospedale. La donna ha precedenti penali: il 5 giugno del 2014 era stata indagata per incendio doloso dopo aver dato fuoco - cospargendo di benzina il pianerottolo - alla porta dell'abitazione di un'anziana da cui lavorava e che l'aveva licenziata perché convinta che le avesse rubato gioielli in casa.

Si fingeva medico e rubava in un ospedale di Milano: arrestata. E' il secondo caso nel 2016
La polizia ha spiegato che mesi fa la donna aveva rubato gli abiti e 12 mazzi di chiavi grazie ai quali è riuscita a prendere materiale medico (per esempio protesi o medicinali) che poi rivendeva
. E' stata però sorpresa mentre provava a scassinare una porta e una volta nell'atrio è stata bloccata dal custode (già avvertito dalla polizia della presenza di una ladra). Mentre la portavano in un ufficio per identificarla la donna ha provato a gettare il punteruolo che usava per scassinare."Siamo in collegamento costante, inoltre, con le forze dell'ordine, che sono sempre disponibili ed efficienti" - spiegano dalla struttura ospedaliera. Un episodio simile era accaduto un mese fa, presso l'ospedale Bassini di Cinesello Balsamo, dove una donna, di nazionalità italiana, si era intrufolata nell’ospedale e aveva raggiunto gli spogliatoi del personale che si trovano nel sotterraneo con una borsa contenente attrezzi da scasso. Anche in quel caso era stata un'infermiera a notare la persona sospetta, poi bloccata dalle Forze dell'Ordine.



caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]