Rugby 6 Nazioni, Francia-Italia: come vedere i quindici azzurri

05 febbraio 2016 ore 10:46, Micaela Del Monte
Domani sabato 6 febbraio si gioca Francia-Italia di rugby, partita valida per la prima giornata del torneo 6 Nazioni 2016. Dopo il deludente Mondiale dello scorso anno, la Nazionale italiana torna a calcare uno dei palcoscenici più importanti della palla ovale. 

La competizione avrà inizio nella giornata di domani e si concluderà sabato 19 marzo, quando è in programma la quinta giornata. 
Otto giorni dopo la Francia gli azzurri se la vedranno a Roma contro l'Inghilterra. Tredici giorni dopo, in data 27 febbraio, l'Italia davanti al proprio pubblico ospiterà la Scozia. Il 12 marzo sarà la volta della sfida in Irlanda contro i fortissimi padroni di casa. Una settimana più tardi l'ultimo incontro della competizione, stavolta contro il Galles. Il prossimo 19 marzo si saprà dunque se la Nazionale conquisterà il poco onorevole cucchiaio di legno oppure no. 

Rugby 6 Nazioni, Francia-Italia: come vedere i quindici azzurri
La diretta tv di Francia-Italia del 6 Nazioni 2016 sarà trasmessa su D-Max, canale numero 52 del digitale terrestre dalle ore 15.25, orario d'inizio della partita. Nel frattempo Jacques Brunel, Commissario Tecnico della Nazionale Italiana di Rugby, ha ufficializzato la formazione che affronterà la Francia allo Stade de France di Parigi-Saint Denis nella prima giornata del Sei Nazioni 2016. Il CT azzurro lancerà dal primo minuto ben quattro esordienti. Rispetto all'ultima uscita dell'Italia lo scorso ottobre contro la Romania, sono ben nove i cambiamenti al XV titolare. Inedito e giovanissimo il triangolo allargato, con un'età media di 23 anni: David Odiete (1993) e Mattia Bellini (1994) conquistano il proprio primo cap rispettivamente come estremo ed ala, con Leonardo Sarto (1992) a completare il reparto nella sua ventiquattresima apparizione con l'Italia. L'unico nato negli anni 80, nella linea dei trequarti, è il primo centro delle Zebre Gonzalo Garcia, mentre a secondo centro trova ancora spazio Michele Campagnaro (1993) e la coppia mediana, inedita dal primo minuto in maglia azzurra, vede Carlo Canna (1992) alla prima uscita da titolare della maglia numero dieci di mediano d'apertura in coppia con Edoardo Gori, a nemmeno 26 anni e con 47 caps confermato prima scelta a mediano di mischia. Espertissima la terza linea, dove con capitan Sergio Parisse Brunel si affida al veterano Alessandro Zanni ed a Francesco Minto, punti fermi della gestione del tecnico transalpino nel pack azzurro, mentre in seconda linea Marco Fuser e George Biagi fanno coppia per la prima volta. Due infine gli esordi in prima linea, con Andrea Lovotti sul lato sinistro ed Ornel Gega tallonatore al loro primo cap e l'esperienza di Lorenzo Cittadini a completare la testa della mischia. 

Questa quindi la formazione: Odiete; Sarto, Campagnaro, Garcia, Bellini; Canna, Gori; Parisse, Zanni, Minto; Fuser, Biagi; Cittadini, Gega, Lovotti. 

A disposizione: Giazzon, Zanusso, Castrogiovanni, Bernabo', Van Schalkwyk, Palazzani, Haimona, Mclean

C'è grande curiosità per conoscere il reale livello raggiunto dagli azzurri nel corso degli ultimi mesi. Parisse e compagni avevano già giocato contro la Nazionale transalpina nella fase a gironi del Mondiale 2015. Era il 19 settembre, giorno del debutto dell'Italia ai campionati del mondo. A Twickenam (Londra) andava in scena lo show della Francia ma sopratutto la prova deludente della nostra Nazionale, sconfitta senza attenuanti per 32-10 dai rivali. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]