Calcio: i giovani talenti di cui sentirete parlare nel 2015

05 gennaio 2015, Micaela Del Monte
Si sente sempre dire che oggi, nel calcio e non solo, i giovani vengono considerati poco e niente (anche se in realtà è una "colpa" per lo più italiana). 

Infatti molto spesso le squadre italiane tendono a vendere i propri campioncini all'estero per fare cassa, non puntando sulla loro crescita si ritrovano poi con squadre con una media età di 35 anni e a puntare sui prestiti per non spendere troppi soldi, quando invece puntare sul proprio vivaio risolverebbe molti di questi problemi. All'estero infatti, soprattutto in Spagna con le "cantere" ed in Germania (basta vedere la media età dei campioni del Mondo), impiegare i giovani è assolutamente normale e un valore aggiunto. Ma quali sono i giovani, italiani e non, più promettenti e quelli di cui sentiremo parlare sia in campo che nelle sessioni di mercato?

Calcio: i giovani talenti di cui sentirete parlare nel 2015
Alessio Romagnoli,
Anzio (Roma) classe '95. Difensore della Sampdoria (in prestito dalla Roma) e della Nazionale italiana Under 21. Cresciuto nelle giovanili giallorosse Romagnoli viene paragonato spesso ad Alessandro Nesta. Grande fisico, ottima tecnica e molta intelligenza, ma anche i gol non gli mancano. Nei suoi primi sei mesi a Genova è cresciuto moltissimo, infatti molte squadre italiane sono già sulle sue tracce. 

Simone Scuffet, Remanzacco (Udine)  classe '96. Portiere dell'Udinese e della Nazionale italiana Under 19. È considerato uno dei giovani più promettenti della sua generazione, viene paragonato a Gianluigi Bufbfon per precocità, poiché entrambi hanno esordito in Serie A a 17 anni. La reattività tra i pali è forse la sua miglior dote, e anche nelle uscite, basse o alte, sa farsi valere piuttosto bene. Sa leggere l’azione e disimpegnarsi sapientemente con i piedi. 

Davide Zappacosta, Sora classe '92. Difensore dell'Atalanta e della Nazionale italiana Under 21. Anche lui in prospettiva è uno dei migliori talenti italiani, oggi titolare inamovibile di Colantuono è cercato da tantissime squadre italiane, tra cui Inter, Fiorentina e Juventus.

Daniele Baselli, Manerbio classe '92. Centrocampista dell'Atalanta e della Nazionale italiana Under 21. Cresciuto proprio nelle giovanili del club bergamasco ha disputato la scorsa stagione 31 gare ufficiali con 3 assist all'attivo. Baselli può anche adattarsi a giocare anche come laterale destro ed è un mix di imprevedibilità e originalità. Ha grandi qualità tecniche e un ottima velocità d’esecuzione, il che lo rende un giocatore molto europeo. Non a caso, infatti, è seguito anche dal Psg.

Calcio: i giovani talenti di cui sentirete parlare nel 2015
Ayoze Pérez Gutiérrez, spagnolo classe '93. Attaccante del Newcastle e della Nazionale spagnola Under 21, è cresciuto calcisticamente nel Tenerife per trasferirsi poi in Inghilterra la scorsa estate. Nasce come attaccante centrale ma all'occorrenza può essere adattato anche sulle fasce grazie anche alla sua agilità e velocità. 

 José Luis Gayá, giocatore spagnolo classe '95. Difensore del Valencia e della Nazionale spagnola Under 21, da quest'anno è entrato in pianta stabile nell'organico della squadra spagnola ed ha iniziato alla grande questa stagione. Anche per questo ragazzo le aspettative sono tante, ma ha già dimostrato di avere un granissimo potenziale. 

Divock Origi, belga classe '95. Attaccante del Lilla (in presto dal Liverpool) e della Nazionale belga Under 21, è figlio d'arte. Il padre infatti è Mike Origi Okoth, ex-calciatore keniota che ha giocato a livello professionistico in Belgio. Divock è un attaccante completo essendo dotato sia di ottimo fisico che di una grane velocità. 

Marc-Andrè ter Stegen tedesco classe '92. Portiere del Barcellona e della Nazionale tedesca. È cresciuto nel Borussia Mönchengladbach, la squadra della sua città natale, per trasferirsi poi in Spagna la scorsa estate. Nel 2012 è stato inserito nella lista dei migliori calciatori nati dopo il 1991 stilata da Don Balón, quando, a 21 anni, era già il portiere titolare del Borussia M'bach. 

Yannick Ferreira Carrasco belga classe '93. Centrocampista offensivo del Monaco e della Nazionale belga Under 21. È rapidissimo ed estremamente tecnico, per questo ama puntare l’uomo per poi driblarlo in velocità, ma è bravissimo anche nei movimenti senza palla ed ha una grandissima visione di gioco. Anche in questo caso i margini di miglioramento sono tanti, vista soprattutto la sua giovane età. 

Adrien Rabiot francesce classe '95. Centrocampista del Paris Saint-Germain (ma probabilmente passerà al Tottenham nelle prossime sessioni di mercato) e della Nazionale francese Under 21. Nel campionato francese ha già un ruolo da protagonista, e non è un caso se mezzo calcio europeo lo stia corteggiando. È un giocatore molto duttile tecnicamente e capace di ricoprire vari ruoli del centrocampo, anche se in qualche occasione è stato impiegato come difensore centrale. Molto utile anche in fase difensiva, Rabiot è molto forte anche sui palloni alti, grazie anche ai suoi 189cm.   
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]