Da "Hair" all'Oscar: i 70 anni di Diane Keaton, una delle regine di Hollywood (VIDEO)

05 gennaio 2016 ore 19:01, Andrea Barcariol
Da 'Hair' all'Oscar: i 70 anni di Diane Keaton, una delle regine di Hollywood (VIDEO)
Per molte attrici la vecchiaia è sinonimo di fine carriera. Per lei no, Diane Keaton spegne oggi 70 candeline ma è ancora una delle star più ricercate di Hollywood, con un miliardo di dollari al botteghino e tante pellicole di straordinario successo che le sono valse 4 nomination e un Oscar per "Io e Annie" nel 1977. Proprio di Woody Allen è stata la musa ispiratrice, il regista con cui ha iniziato a fare cinema nel 1970 dopo tanto teatro (il suo debutto a Broadway avvenne nel 1968 con il musical Hair).
"Le opportunità che mi sono capitate nella vita, il viaggio umano e intellettuale, l'aver avuto successo come attrice, la mia lealtà è assoluta, gli devo tutto", ha scritto a proposito di Allen nel suo libro autobiografico, Oggi come allora, pubblicato  dalla Mondadori. Con lui ha recitato in pellicole cult come Provaci ancora Sam (1972), Manhattan (1979) e Radio Days (1987). "L'ho amato, lo amo e l'amerò per sempre. Credo in lui. E credo anche che abbia scritto un pezzo di storia del cinema". Tra gli amori celebri dell'attrice anche Al Pacino, suo partner sullo schermo oltre che nella vita reale, ma anche Warren Beatty (con cui ha recitato nel suo capolavoro, Reds, del 1981) e un'amicizia particolare con Jack Nicholson.


 

Raggiunto il successo, come le migliori attrici della sua generazione, Meryl Streep in prima fila, Diane Keaton sceglie i suoi ruoli con navigato cinismo. Eccola allora nei panni del suo mito, Hepburn, per il remake di “Il padre della sposa” e poi affidarsi al produttore Scott Rudin che la arruola insieme a Goldie Hawn e Bette Midler a comporre “Il club delle prime mogli” (1996) e conquistare una popolarità che l’amato Woody non le aveva mai potuto consegnare. Forse anche questo prepara la sua nuova nomination all’Oscar, ottenuta nel ‘97 per lo strappalacrime “La stanza di Marvin” di Jerry Zaks. Il finale di carriera invece è all'insegna delle commedie, ad esempio al fianco di Micheal Douglas in "Mai così vicini", mentre l'ultimo film è "Natale all'improvviso" dove, diretta da Jessie Nelson, interpreta una donna che di comune accordo col marito ha deciso di separarsi, ma di dirlo al resto della famiglia solo dopo Natale per trascorrere felicemente tutti insieme un ultimo cenone.


caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]