Il gruppo sono io. Brunetta chiede i superpoteri al partito

05 giugno 2013 ore 12:03, Domenico Naso
Il gruppo sono io. Brunetta chiede i superpoteri al partito
Il gruppo del Pdl alla Camera è in subbuglio: Renato Brunetta continua la sua opera di accentramento “democratico” e pretende nuove regole ferree per i deputati berlusconiani.
Queste le richieste: disciplina, centralità democratica, monitoraggio dell’attività dei componenti, coordinamento interno per evitare iniziative in libertà dissonanti rispetto alla linea del partito. Richieste precise che aumenterebbero di molto i poteri del capogruppo. E l’ex ministro vuole persino cambiare lo statuto del gruppo, inserendo una sorta di diritto di supervisione preventiva da parte del capogruppo su tutte le interrogazioni parlamentari. La reazione dei deputati pidiellini non è stata delle migliori, e già qualche malumore serpeggia tra i banchi del centrodestra. Molti non accettano questa sorta di commissariamento dell’attività parlamentare e i poteri che verrebbero concentrati nelle mani di Renato Brunetta sono senza precedenti. Particolarmente agguerrita sembra la pattuglia siciliana, che sta facendo di tutto perché le richieste del capogruppo non vengano accolte. L’approccio centralista di Brunetta continua a creare problemi al Pdl. E nonostante l’appoggio di Berlusconi al capogruppo, c’è chi giura che le sue richieste non passeranno mai. Anche a costo di ingaggiare un braccio di ferro duro e logorante.
autore / Domenico Naso
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]