Saverio Romano non demorde, ma rilancia: Forza Italia così non va

05 luglio 2013 ore 13:21, Francesca Siciliano
Saverio Romano non demorde, ma rilancia: Forza Italia così non va
Già dal cinguettio di ieri avremmo dovuto capirlo: a Saverio Romano - l'ex ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali del Berlusconi IV – il ritorno a Forza Italia proprio non va giù. Lancia il suo niet (pseudo) categorico prima su Twitter;  poi “rinforza” la sua teoria dalle pagine virtuali del quotidiano online LiveSicilia.
Il ritorno alla creatura primordiale di Silvio non lo convince; così pure come non ne sono convinte le colombe pidielline, visto l'imprinting che il Cavaliere vuol dare al “nuovo” partito: snello, leggero, brioso, manageriale. Saverio Romano, infatti, leader di Cantiere popolare ed eletto tra le fila del Pdl nell'ultima tornata elettorale nell'intervista confessa che preferirebbe tenere in vita il suo vecchio progetto della sezione italiana del Ppe. Quello stesso progetto di cui si parla sempre meno in ambito nazionale e che il Cavaliere sembra aver definitivamente abbandonato (probabilmente per il poco appeal che riscuote nella pubblica opinione e visti anche i rapporti tesi con l'Europa). Romano è perentorio e deciso a combattere la sua battaglia; proprio perché si è reso conto che i suoi desiderata -  per la politica nazionale, internazionale e per il Paese - non coincidono affatto con quelli di Berlusconi. Soprattutto non va giù (a lui come ai tanti altri “politici di professione”) la gestione aziendalista che il trio Santanché-Brunetta-Verdini vuol imporre. “La mia comunità politica  - dice l'ex ministro - vive di rapporto con la gente nel territorio e rappresenta le istanze della gente  non le gestisce come fa un manager e a questo tipo di progetto noi non saremmo interessati”. Benché le dichiarazioni di Romano possano sembrare blande, vanno considerate come la punta di un iceberg destinato ad ingrossarsi: “Ho ricevuto tante telefonate di dirigenti locali del Pdl che la pensano come me” ha aggiunto lui, quasi a mo' di sfida. I mal di pancia, dunque, sembrano destinati  ad aumentare e a contagiare viralmente tanti (tantissimi!) altri esponenti del partito. Martedì, come annunciato da Romano, si terrà una riunione al vertice tra gli esponenti pidiellini siciliani. E le previsioni meteo non sono delle migliori: burrasca all'orizzonte.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]