Ci siamo, Juno è nell'orbita di Giove: LA DIRETTA - VIDEO

05 luglio 2016 ore 22:04, Andrea De Angelis
Dopo cinque anni di viaggio, la sonda Juno è entrata nell'orbita di Giove alle 5.53 ora italiana. Lo ha reso noto la Nasa, che, in un tweet, ha scritto: "Successo. Juno adesso sta orbitando intorno a Giove, pronta a svelare i segreti del Pianeta".

Mentre sembra imminente lo sbarco umano su Marte, la Nasa ha dunque raggiunto un altro obiettivo: Giove. Ci è riuscita dopo un viaggio di quasi 5 anni e di 3,5 miliardi di chilometri. Si tratta del veicolo che più di ogni altro nella storia dell'esplorazione spaziale si è avvicinato al gigante del Sistema Solare per studiarne le aurore, osservare attraverso le nubi e raccogliere dati che possano aiutare a ricostruire la storia del pianeta. Subendo un bombardamento di scariche e radiazioni mai subìto prima da una sonda (l'atmosfera di Giove è infatti particolarmente inospitale).
Ci siamo, Juno è nell'orbita di Giove: LA DIRETTA - VIDEO
Mauro Moretti, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Leonardo-Finmeccanica,
commenta l'arrivo della sonda così: "L'uomo non si era mai avvicinato tanto a Giove. È un traguardo storico, reso possibile anche dalle tecnologie di Leonardo, che rivestono un ruolo fondamentale per comprendere origine ed evoluzione del gigante del sistema solare". Moretti ricorda quindi le tecnologie di punta realizzate dal colosso aerospaziale italiano, "da Jiram, lo spettrometro che permette di osservare a distanza ravvicinata Giove, allo strumento Kat che fornirà informazioni sulla composizione interna del pianeta e sul suo campo gravitazionale, fino al sensore che mantiene l'assetto della sonda in questo viaggio oltre i confini della conoscenza". "Siamo orgogliosi di essere protagonisti di questa missione e mi congratulo con l'Agenzia Spaziale Italiana e con tutta la comunità scientifica del nostro Paese per questo importante risultato" conclude. 

L'Italia collabora alla missione con l'Agenzia Spaziale Italiana (Asi) e con l'Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf). Sono italiani, inoltre, due dei dieci strumenti della sonda: lo spettrometro a infrarossi Jiram (Jovian InfraRed Auroral Mapper), realizzato dalla Divisione Avionica di Leonardo - Finmeccanica e del quale è responsabile scientifico l'Inaf, e lo strumento di radioscienza KaT (Ka-Band Translator), costruito dalla da Thales Alenia Space Italia, del quale è responsabile scientifico Luciano Iess, dell'università Sapienza di Roma. Sulla sonda c'è anche una placca dedicata a Galileo Galilei, fornita dall'Agenzia Spaziale Italiana: è una copia in alluminio del manoscritto in cui lo scienziato ha descritto per la prima volta le quattro lune di Giove. 

Ci siamo, Juno è nell'orbita di Giove: LA DIRETTA - VIDEO
E anche tre pupazzetti in alluminio della Lego che rappresentano Galileo, Giove e sua moglie Giunone (Juno). 
Clicca QUI per vedere il video live.

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]