Renzi da Monti diventa “Viscoso”

05 marzo 2013 ore 16:56, Alessandra Mori
Renzi da Monti diventa “Viscoso”
Spiffero in movimento. Matteo Renzi è dell’idea che un governo tecnico ora come ora sarebbe l’ipotesi migliore. Il ragionamento del sindaco è: Grillo non va inseguito sul suo stesso terreno altrimenti si cede al suo gioco. Al contrario il Beppe va sfidato. Così Matteo il rottamatore sta facendo pressione per avere il governo tecnico. Il tutto aspettando di andare al voto l’anno prossimo, quando ci sono anche le Europee. Poco fa le due ore di colloquio a Palazzo Chigi con il premier Monti, stasera sarà a Ballarò e domani (prima ha detto che non sarebbe andato) sarà alla direzione del Pd. Governo tecnico, allora, per uscire dall’impasse. Tra i papabili gira il nome del governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco oppure quello di Enrico Bondi, commissario straordinario «per la razionalizzazione della spesa per l’acquisto di beni e servizi» che fu definito da Monti «la persona più rispettata e nota in Italia per la sua inflessibile attività di ristrutturatore, di tagliatore di costi, di risanatore». E poi c’è sempre Passera che spera, ma prima va capita la posizione del centrodestra a riguardo e il tipo di propensione sul suo nome.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]