Se Grillo fa pace con Pizzarotti i grillini fanno guerra ai sottosegretari indagati

05 marzo 2014 ore 12:09, intelligo
Se Grillo fa pace con Pizzarotti i grillini fanno guerra ai sottosegretari indagati
Guerra e pace. La pace, pare sia sbocciata tra Beppe Grillo e il sindaco grillino di Parma, Federico Pizzarotti dopo l’alta tensione sull’incontro coi candidati sindaci grillini convocato dal primo cittadino per il 15 marzo a “insaputa” del leader del M5S.
A fare da pontiere è stato Luigi Di Maio, vicepresidente della Camera. Dall’entourage del sindaco fanno sapere che ci sarebbero stati colloqui telefonici “distensivi” che farebbero pensare a una tregua. Niente tregua invece, sul fronte dei sottosegretari indagati. I parlamentari grillini alzano il tiro e dopo aver cantato vittoria per le dimissioni del sottosegretario Gentile (Ncd), chiedono la “testa” di Bubbico viceministro dell’Interno (indagato per abuso d’ufficio), il sottosegretario alla Salute De Filippo (indagato nell’inchiesta sui rimborsi in Basilicata) e il sottosegretario alla Cultura Barracciu (indagata per peculato aggravato nella vicenda dei rimborsi al consiglio regionale della Sardegna), e il sottosegretario alle Infrastrutture Del Basso De Caro (indagato per peculato). Stessa richiesta anche per il ministro Lupi (Ncd), indagato per concorso in abuso di atti d’ufficio. Il capogruppo dei 5Stelle al Senato Maurizio Santangelo ha annunciato una mozioe di sfiducia per la rimozione degli incarichi governativi agli esponenti politici finiti sotto inchiesta.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]