La replica di Renzi sull'elicottero. Con una promessa

05 marzo 2015 ore 10:05, intelligo
''Certo. L'ho preso e continuerò a prenderlo. Tutte le volte che sarà necessario''. Così Matteo Renzi replica a L'Espresso quando gli chiede se in Italia continuerà ad andare in giro con l'elicottero di Stato.  

La replica di Renzi sull'elicottero. Con una promessa

  ''Mi muovevo in bici, andavo a correre, non avevo scorta. Ovvio che facessi Roma-Firenze in treno e con il trolley. Adesso - avverte il premier- non sono più un cittadino normale. Quando vado a dormire ho un poliziotto che mi accompagna, mi controlla e mi chiude dentro. Quando sono in albergo c'è un agente che mi piantona fuori, se vado in libreria ho persone che mi scortano. Un conto è la casta, migliaia di persone che usufruiscono di benefit che non dovrebbero avere, un altro sono i protocolli di sicurezza di una persona che fa pro tempore il capo del governo del sesto paese industriale del mondo". Quindi la promessa: "Quando sono arrivato a Palazzo Chigi non avevo la scorta. E il giorno in cui avrò finito dirò: ora non voglio più nessuno. Grazie del vostro servizio, arrivederci, lasciatemi solo''.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]