Studio inglese rivela: agli over 50 il sesso fa bene a cervello e memoria

05 marzo 2016 ore 12:50, Andrea Barcariol
Non fa bene solo al cuore, ma anche al cervello e alla memoria. Il sesso sembra la panacea di ogni male, soprattutto per gli uomini over 50. E' quanto emerge da uno studio pubblicato sulla rivista internazionale 'Age & Ageing' e condotto in Inghilterra alla Coventry University che ha seguito 6.800 adulti ed anziani tra i 50 e gli 89 anni per 12 mesi e li ha sottoposti a test sull' efficienza delle loro funzioni mentali. Gli uomini hanno compilato dettagliati questionari sui loro incontri e attività sessuali e hanno risposto a numerosi test mnemonici, sia verbali sia numerici. Dalla ricerca si è osservato un chiaro legame, sia pure non ancora scientificamente provato, tra la frequenza dell' attività sessuale e la prontezza mentale. Il sesso, insomma, come aiuto per il cervello anche per migliorare anche l'abilità decisionale. La differenza tra i sessi in questo campo - hanno spiegato gli esperti - potrebbe dipendere da fattori ormonali che influenzano maggiormente l'organismo femminile. I risultati sono stati confermati anche una volta tenuti in considerazione vari fattori esterni, che avrebbero teoricamente potuto influenzare i dati emersi: dallo stato di salute, al benessere economico, al livello culturale dei partecipanti.

Studio inglese rivela: agli over 50 il sesso fa bene a cervello e memoria
"Questo studio mostra una 'significativa associazione' tra l'attivita' sessuale e le funzioni cognitive negli adulti ultracinquantenni - ha spiegato Hayley Wright, uno degli autori dell'indagine - Verranno condotti altri studi in materia per verificarla e capire il perchè". Una ricerca sull'incidenza del sesso sulla memoria era stato fatto anche nel 2010 agendo però sui roditori in laboratorio. I ricercatori, infatti, confrontarono i ratti ai quali veniva permesso un solo rapporto sessuale con quelli che facevano "sesso cronico" (una volta al giorno per 14 giorni consecutivi), e nel secondo gruppo si era osservata la crescita di più neuroni nell'ippocampo, regione del cervello associata alla memoria. I risultati sono stati poi confermati da un'altra ricerca sui topi.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]