Imu alla Chiesa, la Ue torna sul caso

05 novembre 2014 ore 10:07, intelligo
Imu alla Chiesa, la Ue torna sul caso
L'Ue torna a trattare il tema delle tasse alla Chiesa con una sentenza della Corte di giustizia del Lussemburgo
che ha ammesso un ricorso. A chiedere l'intervento oltre i confini italiani erano stati gli ex radicali Maurizio Turco e il fiscalista Carlo Pontesilli che contro il governo Berlusconi avevano presentato carte e accuse giuridiche inerenti al tema delle agevolazioni fiscali. L'iter si era subito mostrato in salita anche se nel 2012 una condanna, che andava a contestare il regime fiscale di favore ad alberghi,cliniche e scuole degli enti ecclesiastici, aveva lasciato aperte delle porte. Ora che Lussemburgo ha riaperto il caso non è affatto detto che 4 miliardi di euro, ossia l'Ici e l'Imu non pagati dal 2008, non vengano "sborsati" dalla Chiesa chiamata a regolare la sua posizione. Tra le questioni rimesse in discussione ci sono poi anche le regole del governo Monti del 2012: i ricorrenti le accusano di essere solo fumo negli occhi e sostanzialmente uguali a quelle già condannate dalla Commissione europea come aiuti di Stato illegali. Addio sconto del 100% sull'Ici-Imu e del 50% sulle tasse sul reddito, ovvero l'Ires su istruzione e sanità privata? Se sarà considerato sistema di favore sì, ma c'è tempo.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]