Google Car, l’auto senza pilota ora è "tata": avverte il pericolo bimbi anche mascherati

05 novembre 2015 ore 11:23, intelligo
Google Car, l’auto senza pilota ora è 'tata': avverte il pericolo bimbi anche mascherati
E’ come se fossero delle “tate” con le ruote. Non sono persone ma automobili. La particolarità è che sono auto senza pilota e sono in grado di “sentire” quando nelle loro vicinanze c’è un bambino e dunque si impone maggiore prudenza al volante. L’incredibile novità tecnologica è già realtà negli Stati Uniti, in particolare in California dove sono in circolazione 48 Google Car che finora hanno ‘macinato’ più di 2 milioni di chilometri senza pilota e oltre un milione con un conducente al volante. 

E’ il risultato di un monitoraggio inserito nel rapporto mensile condotto da Big G sulle particolarissime vetture capaci di imparare ad essere più prudenti sulle strade americane. A maggior ragione se ci sono bimbi a portata di automobile. L’imprevisto si sa è sempre dietro l’angolo e la cautela al volante resta sempre la regola base, con o senza conducente a bordo. Ma c’è di più: le Google Car sono state messe alla prova in occasione della festa di Halloween proprio per imparare a riconoscere i bambini anche quando indossano costumi come quelli della celebre ricorrenza. Proprio per questo pere Halloween, Google ha chiesto ad alcune famiglie di muoversi nei pressi delle auto in sosta, in modo tale che i sensori potessero “registrare” la presenza di bambini vestiti da streghe, maghi, e tutte le maschere della tradizione americana. 

Ma come è possibile? Le nuove frontiere della tecnologia hanno messo in campo una tipologia di sensori in grado di avvertire e registrare la presenza di bambini nella zona in cui in quel momento la vettura sta transitando. “Se i sensori riconoscono bimbi, in maschera o meno, il software capisce che possono comportarsi diversamente (dagli adulti) – si legge nel dossier sul monitoraggio -. I loro movimenti possono essere più imprevedibili - attraversano improvvisamente la strada, o corrono lungo un marciapiede - e la loro presenza può essere nascosta dai veicoli parcheggiati”. Una vera e propria rivoluzione che consentirà se i test lo confermeranno di evitare tante tragedie e la perdita di vite umane. 

LuBi

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]