Fumo causa 150 mutazioni genetiche, danni anche a fegato e vescica

05 novembre 2016 ore 14:02, Adriano Scianca
Il fumo fa male. Ma questo si sapeva. Ora i ricercatori del Los Alamos National Laboratory americano, guidati da Ludmil Alexandrov, ci spiegano anche quanto fa male. Analizzando i tessuti provenienti da oltre 5000 tipi di tumore, confrontando quelli di fumatori con quelli di persone che non avevano mai fumato, gli stuidosi hanno identificato uno specifico tipo di danno al Dna nel genoma dei fumatori e poi hanno contato quante mutazioni di questo genere fossero presenti nei vari tipi di tumore. In sostanza, la scoperta è che, in media, fumare un pacchetto al giorno di sigarette per un anno causa 150 mutazioni genetiche in ogni cellula dei polmoni. 

Fumo causa 150 mutazioni genetiche, danni anche a fegato e vescica

Ogni mutazione può essere l'inizio di un danno genetico capace di propagarsi e dare origine al tumore. Le mutazioni genetiche legate al fumo, spiega Alexandrov, “agiscono attraverso molteplici meccanismi. Il fumo danneggia il Dna negli organi esposti direttamente, o indirettamente al fumo e accelera l’orologio delle mutazioni cellulari”. Altri studi avevano collegato il consumo di sigarette al rischio di sviluppare 17 tipi di tumore. 

E attenzione: il rischio non riguarda solo i tessuti esposti direttamente al fumo. Adesso, però, il nesso tra fumo e cancro è molto più chiaro. I ricercatori hanno dimostrato che aumenta il rischio di tumore provocando mutazioni che danneggiano direttamente il Dna e accelerano l’orologio cellulare interno, e cioé le cellule invecchiano in modo più precoce. Se, come detto, un pacchetto al giorno causa in un anno circa 150 mutazioni nelle cellule dei polmoni, per le cellule della laringe il valore è 97, per la faringe 39 e per la bocca 23, per la vescica 18 e per il fegato 6. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]