Fondazione An, non ha vinto nessuno: equilibri intatti. E cercasi leader

05 ottobre 2015, intelligo
Fondazione An, non ha vinto nessuno: equilibri intatti. E cercasi leader
Alla fine il voto dell’assemblea della Fondazione An lascia intatti gli equilibri. La mediazione notturna tentata da Ignazio La Russa e Gianni Alemanno fallisce, gli ex di Forza Italia e Fratelli d’Italia uniscono le forze e sconfiggono la “mozione dei quarantenni”, sostenuta dai finiani e dagli alemanniani.

Ma cosa c'era sul tavolo? Sicuramente un piatto ricco, ovvero il patrimonio della Fondazione: 180 milioni in immobili e 60 milioni in conti correnti. Un "tesoretto" che ha visto duellare da una parte, il gruppo dei quarantenni (con in testa Alemanno) che avrebbero voluto attingervi, seppure in parte, per il lancio del nuovo soggetto politico pensato per fare da cerniera alla riunificazione della Destra. Dall'altra, i meloniani alleati per l'occasione coi gasparriani, posizionati sul fronte opposto. 

Il tentativo di chi era rimasto ai margini, di tornare in pista e spartirsi le spoglie dell’eredità del partito di Via della Scrofa si risolve così in un nulla di fatto.  Resta l'immagine di un partito che non c’è più, oggi polverizzato, frammentato, con presenze nella sala dell’Hotel Midas provenienti da almeno sei formazioni diverse: Forza Italia (Gasparri, Matteoli), Fratelli d’Italia (Meloni, La Russa, Rampelli), Lega (Souad Sbai), Ncd (Roberta Angelilli e alcuni “quarantenni”), fittiani (Massimo Corsaro) e verdiniani (Amoruso non si è presentato, ma avrebbe avuto diritto di voto). 

Divisioni che al di là dello scontro sulle modalità di gestione del “tesoro di An”, rendono difficile una ricomposizione sul piano dei valori, anche se qualche timida volontà di ricercare l’unità resta in piedi, sia dalle parti di Giorgia Meloni, sia ad esempio con il progetto politico che Musumeci sta cercando di costruire in Sicilia. 

Sullo sfondo, però, lo spettro con la felpa di Matteo Salvini continua ad allungare la sua ombra su ciò che conta di più: l’elettorato ex An alla ricerca di un referente politico a cui trasferire la propria fiducia.

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]