Torino, scoperta choc dei Carabinieri nell'armadio di casa: aveva 8 mesi

05 ottobre 2016 ore 9:38, Andrea Barcariol
E' stato trovato, avvolto in un sacchetto di plastica e privo di vita un feto di otto mesi. A fare la drammatica scoperta, in un appartamento di Torino, i Carabinieri che hanno trovato il feto nell'armadio della camera da letto, rispondendo alla segnalazione dei medici del 118 dell'ospedale Maria Vittoria, dove la scorsa notte era arrivata una peruviana di 36 anni, in stato confusionale e di choc, con una forte emorragia, probabile conseguenza di un parto già avvenuto. Le indagini sono coordinate dal pm Lisa Bergamasco, che ha disposto l'autopsia del feto. All'arrivo dei carabinieri della Compagnia San Carlo, nell'appartamento era presente il marito della donna, un connazionale di 35 anni. La coppia ha due figli, di 5 e 7 anni, che vivono con loro. La donna è tuttora ricoverata in ospedale.

Torino, scoperta choc dei Carabinieri nell'armadio di casa: aveva 8 mesi
Spetterà ora alla procura di Torino fare chiarezza su quello che è successo. Il pm Lisa Bergamasco ha aperto un fascicolo. Il compagno della donna peruviana è stato ascoltato: "Ero in giro con gli altri bambini quando mia moglie mi ha chiamato dicendomi che stava malissimo. Sono tornato subito a casa e l'ho trovata in un lago di sangue: così ho chiamato il 118". L'uomo non ha spiegato né ai medici né ai carabinieri che cosa fosse accaduto. La donna non presenta segni di violenza sul corpo. Il feto dovrà essere sottoposto ad autopsia per accertare se sia nato morto o se il decesso sia stato successivo. Al momento non ci sono indagati.

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]